Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Lo specchio di Illys
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Penne da favola
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 07:25:38  Lo specchio di Illys
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37857
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Lo specchio
di Illys
A volte non riesco a capire il perché delle mie sconfitte, più tieni a una cosa, una persona, più so che perderò, che non avrò scampo contro il destino, l'universo dovrebbe pareggiare sempre i conti, ma non è sempre così, malo deve fare!! Non ho mai avuto grosse mete, grandi progetti e solo in piccola parte si sono realizzati a volte sembra di combattere contro un muro di gomma che per una legge del contrappasso quando più cerchi di essere giusto, corretto,buono ti si rivolta contro un vomito di ingiustizia e dolore non so perché faccio questi pensieri, adesso, davanti allo specchio appannato mi sto guardando vedo una persona che ha perso?

Con la mano cerco di pulirne la superficie e vedo un viso pieno di rughe, una persona coi capelli bagnati che tiene un bianco asciugamano, con una barba non curata, un viso smunto da sempre, occhi arrossati e stanchi ma sono veramente io? Strofino di nuovo, l'immagine si intravede un po' meglio, mi tocco la barba, è ancora umida, con la lama del rasoio cerco di definirne meglio i contorni, ma sì così è già meglio.

Quando ero ragazzo aspettavo che spuntassero quei quattro peli, avevo già in mente il mio maturo viso, volevo una mia immagine, volevo credere in un futuro di sicurezze e progetti in ogni campo, ma in verità sono solo state piccole battaglie vinte nella guerra della vita provo ad accennare un sorriso, beh almeno quello è rimasto tale forse la mia unica arma per affrontare questa vita, una sorta di smorfia a disprezzo delle sconfitte e dei problemi, un modo di convincere più me che gli altri che non ho ancora gettato la spugna dicono di me che sono un meraviglioso comico, ma potrei vestire i panni di un attore di tragedia senza avvilirne la parte una sorta di Arlecchino servo della propria immagine di maschera.

Il vapore sta lentamente scomparendo dalla superficie che sta disegnando un quadro appena un po' sfumato di me, una passata di nuovo con l'asciugamano e mi avvicino col viso quasi sfiorandolo i miei occhi, mi sembrano stanchi, forse per le tante cose che hanno fotografato, tante immagini liete e non che hanno impressionato nella mia mente iricordi, gli attimi di una vita, questi occhi ormai vissuti più li osservo, mi sembrano riproporre un film, il mio film sono spezzoni, sono scene tratte dalle battaglie affrontate fino ad adesso, una sorta di cineteca delle mie emozioni, dei miei primi baci, dei miei dolori, delle mie lacrim e mentre mi rivedo clown o come tragica comparsa il viso si accompagna a questo vario cambio di scena giungendo al termine con una lacrima, quella dell'ultima scena: io che saluto la mamma per lultima volta mettendole tra le mani con un mazzetto di viole che terrà sempre con lei.

E questo il motivo della mia rabbia, il non potere fare niente,una sconfitta alla quale non ti puoi opporre, sai che perderai e basta!! Lo so che sarebbe come raggiungere l'impossibile, ma soffro per questo Il rumore dell'acqua che scorre mi risveglia,mi passo le mani grondanti d'acqua e ricordi sul viso, lo tengo per qualche secondo coperto dall'asciugamano, quasi a voler nascondere questa mia immagine, forse è questo, quando pensi di aver visto tutto, quando capisci che hai di più di quello che ti serve è allora che i pensieri cominciano a sanguinare Accendo la radio non per ascoltare, ma per non sentirmi, devo rompere questo silenzio adesso è tutto più nitido, il vapore ha abbandonato lo specchio e mi vedo quello di sempre, sempre alla ricerca di qualcosa che ancora non sa parole, carezze o solo emozioni? forse non lo saprò mai Di una cosa sono certo che l'universo dovrebbe sempre pareggiare i conti, ma non è sempre così ma lo farà!!
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 07:25:38 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Penne da favola

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield