Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Mantova e Sabbioneta sono patrimonio mondiale dell'umanità
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Il giramondo -> Turismo, Arte e tradizioni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 07:58:46  Mantova e Sabbioneta sono patrimonio mondiale dell'umanità
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37993
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

L'Unesco decide all'unanimità il riconoscimento
L'Unesco in Canada le ha proclamate "patrimonio dell'unanimità"

Mantova e Sabbioneta sono patrimonio mondiale dell'umanità. A Quebec city, in Canada, dove è in corso la sessione annuale del Comitato dell'Unesco, gli Stati membri hanno accolto la proposta di inserire le due città gonzaghesche nella lista dei siti da proteggere come massima espressione del genio umano e, quindi, da tramandare, così come sono, con tutti i loro gioielli di arte e cultura, ai posteri. Non c'è stato nemmeno bisogno di votare. Il Comitato, formato da trenta delegati in rappresentanza di altrettanti paesi, in pochi minuti ha deliberato sottolineando con un caloroso applauso la proclamazione. Occhi lucidi, in platea, per la delegazione mantovana, capeggiata dai due sindaci Fiorenza Brioni e Antonio Beccari.

E' stato coronato il loro sogno iniziato anni fa e per il quale hanno profuso tante energie assieme ai loro collaboratori, sfidando anche lo scetticismo di alcuni settori delle loro comunità, spaventati dai vincoli di conservazione del territorio che potrebbero derivare. Adesso è il momento della gioia e dell'orgoglio per aver lanciato i nomi di Mantova e Sabbioneta nell'élite mondiale della cultura.

Le due città sono state iscritte con la seguente motivazione: «Esse rappresentano gli esempi più eminenti delle due modalità più emblematiche della progettazione urbanistica del Rinascimento, rispettivamente quella evolutiva e quella fondativa. Come tali, esse sono servite di riferimento per gran parte delle successive esperienze di costruzione della città fino all'epoca moderna». Insomma, «gli artisti che hanno concorso alla realizzazione delle due città hanno prodotto capolavori che hanno portato a compimento gli ideali del primo Rinascimento, contribuendo in maniera determinante alla diffusione internazionale di un movimento destinato ad influenzare e plasmare l'intera Europa».


L'esame della candidatura è cominciato ieri alle 12,10 ora locale. Prima di Mantova e Sabbioneta il Comitato del patrimonio mondiale aveva esaminato una quindicina di siti che aspiravano a diventare patrimonio dell'umanità. Era l'elenco fornito dall'Icomos, organismo tecnico che con i suoi esperti in conservazione monumentale e paesaggistica aiuta l'Unesco nella valutazione delle varie candidature e consente, poi, al Comitato di prendere la decisione politica di dire sì o no. Quando è stata la volta di Mantova e Sabbioneta, i mantovani hanno incrociato le dita. Le informazioni con cui erano partiti venerdì scorso dall'Italia davano le due città per «promosse» ma la tensione, nel salone, era ugualmente tanta. A rassicurarli c'era l'ambasciatore italiano presso l'Unesco, Giuseppe Moscato.

E' toccato al delegato inglese illustrare ai colleghi l'unica candidatura italiana, spiegare perchè le due città aspiravano a quel ruolo e con che carte giocavano. Dopo di lui sono intervenuti altri tre delegati, l'australiano, il keniano e l'egiziano. L'intervento di quest'ultimo, dopo i favorevoli discorsi degli altri due, ha costituito l'apoteosi per i mantovani: «Io - ha detto - sono stato una settimana a Mantova in vacanza e, quindi, caldeggio la sua iscrizione tra i siti Unesco». Un caloroso applauso si è alzato dalla platea: erano le 12,20 locali, le 18,20 in Italia. Mantova e Sabbioneta da quel momento sono città universali.
(07 agosto 2008)
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 07:58:46 Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 07:59:39  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37993
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

MANTOVA, LA BUSTA SPEDITA A FIORENZA BRIONI IN COMUNE
Dodici proiettili al sindaco
Due anni fa altre minacce
Una dozzina di proiettili ed esplicite minacce di morte firmate KKK al sindaco di Mantova, Fiorenza Brioni. Shock in Comune per la busta recapitata l'altro ieri in via Roma. Un'intimidazione nei confronti del primo cittadino del Pd. Che ora si trova in ferie all'estero con la famiglia e a cui è stato consigliato dalla Questura di proseguire le vacanze. «E' rimasta molto turbata» riferisce chi ha informato la Brioni delle minacce.

Nel 1998 altri proiettili furono inviati all'allora sindaco Burchiellaro. E due anni fa, la stessa Brioni si era trovata coinvolta in un caso di minacce. Era stata lei stessa a denunciarlo, a fine ottobre 2006, nel corso di un convegno a Monticchiello, in provincia di Siena. «Sono stata intimidita e minacciata da furbetti e furboni» aveva rivelato. Era il momento in cui la polemica a Mantova sulla lottizzazione Lagocastello in riva al lago aveva raggiunto il massimo di sovraesposizione mediatica. E proprio a quel contestato insediamento urbanistico si era riferito il sindaco, tanto da ripeterlo, qualche giorno dopo al magistrato. Il 7 novembre 2006 la procura di Mantova aprì un'inchiesta, finita un anno dopo con un'archiviazione.

Martedì scorso, a ricevere la busta indirizzata al sindaco Fiorenza Brioni, di quelle gialle con l'imbottitura interna utilizzate per spedire oggetti fragili di piccole dimensioni ma che al tatto impediscono di individuare il contenuto, sono state le impiegate della sua segreteria. Da prassi, l'hanno aperta assieme al resto della corrispondenza per poi smistarla al capo di gabinetto che, a sua volta, l'avrebbe recapitata all'ufficio della Brioni.

Appena l'addetta allo smistamento ha sollevato il lembo che la sigillava, aperta, dalla busta sono caduti sulla scrivania i bossoli inesplosi, circa una dozzina calibro 22 (probabilmente di un fucile). Facile intuire la sorpresa, poi trasformatasi in angoscia, del personale presente.


Nella busta c'era anche una lettera scritta a mano, siglata con una triplice k, dai contenuti deliranti e offensivi nei confronti del primo cittadino, che si concludeva con esplicite minacce di morte. Secondo quanto è stato possibile apprendere, l'anonimo estensore della missiva prima ha fatto riferimento ai trascorsi politici del sindaco e, in particolare, alla sua militanza nel vecchio Pci.

Da qui ha preso lo spunto prima per attaccare genericamente il «sindaco comunista» di Mantova e poi di accusarlo di cattiva amministrazione della città. In particolare, sembra che si sia soffermato sul centro storico ritenuto sporco. Il tutto condito da una raffica di insulti alla Brioni. La lettera si concludeva con un esplicito invito ad andarsene rivolto al sindaco, «se non vuoi far una brutta fine», firmato: K.K.K., con l'aggiunta di altri indecifrabili segni. (La sigla KKK fa subito pensare al Klu Klux Klan, il movimento razzista americano).

L'amministrazione comunale ha subito denunciato l'accaduto alla Digos, i cui agenti hanno immediatamente sequestrato bossoli e lettera e avvertito il prefetto in qualità di presidente del comitato provinciale per l'ordine pubblico e la sicurezza. Toccherà a questo organismo valutare se è il caso o meno di predisporre misure di sicurezza ad hoc nei confronti del sindaco Brioni. Quanto alle indagini, la Digos non esclude alcuna pista. In particolare, viene prestata attenzione alla triplice «k» che ha siglato la lettera, mai comparsa finora, almeno così sembra, in situazioni simili.
Sandro Mortari
(06 agosto 2008)
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Ven Nov 07, 08:00:21  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37993
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Le tracce del tema di italiano
Inizia questa mattina con la prova scritta d'Italiano, la maratona degli esami di maturità. Tra città e provincia sono 2.046 gli studenti mantovani coinvolti, circa un centinaio in meno rispetto allo scorso anno.

Tra le novità, c'è l'ennesimo giro di vite sulla pubblicazione dei risultati. Per quanto gli esiti degli esami di Stato (questa è l'esatta definizione della maturità) siano, di fatto,degli atti pubblici, sui tabelloni dei risultati finali che verranno affissi nelle bacheche delle scuole, si leggerà soltanto le scritte 'diplomato' o 'non diplomato'. Non ci sarà il voto in centesimi conseguito, che verrà comunicato in modalità riservata agli interessati. Lo ha stabilito il ministero per tutelare la privacy degli studenti.

Un rigore persino superiore a quello adottato per gli scrutini: in questi giorni le scuole sono tappezzate dai cartelloni (visibili a tutti) con i voti dei ragazzi dalla prima alla quarta con la sola esclusione delle insufficienze (sia per i rimandati sia per i bocciati) che vengono comunicate in via riservata. Dopo lo scritto d'Italiano domani sarà la volta della prova su una materia caratterizzante l'indirizzo di studio e lunedì della terza prova (predisposta dalla scuola). Gli orali inizieranno un giorno dopo il termine delle operazioni di correzione delle prove scritte.

Le tracce dei temi. Voi quale avreste scelto?

Tipologia A: Analisi del testo: Eugenio Montale, Ripenso il tuo sorriso, (da Ossi di seppia, 1925)

Tipologia B: Redazione di un saggio breve o di un articolo di giornale:
1) Ambito artistico - letterario: La percezione dello straniero nella letteratura e nell'arte.
2) Ambito socio -economico: Il lavoro tra sicurezza e produttività.
3) Ambito storico - politico: 60 anni dall'entrata in vigore della nostra Costituzione. Un bilancio dei suoi valori attuali e del suo rapporto con la società italiana.
4) Ambito tecnico - scientifico: Quale idea di scienza nello sviluppo tecnologico della società umana.

Tipologia C: tema di argomento storico
Cittadinanza femminile e condizione della donna nel divenire dell'Italia del Novecento.

Tipologia D: tema di ordine generale
Comunicare le emozioni: un tempo per farlo si scriveva una lettera, oggi un sms o una e-mail. Così idee e sentimenti viaggiano attraverso abbreviazioni e acronimi, in maniera veloce e funzionale.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Turismo, Arte e tradizioni

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield