Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

alle donne
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Pensieri felici -> Dediche e auguri
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:15:29  alle donne
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

8 marzo
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Movimento Femminista Romano
Tematiche: lavoro, economia, capitale, femminili
Data di riferimento: 8 marzo

Ricordatevi di noi
siamo morte in una fabbrica
sfruttate sul lavoro
sfruttate a casa e fuori

Ricordatevi di noi
siamo morte ma non per sempre
noi vivremo eternamente
sinchè durerà la lotta

Siamo state assassinate
per avere scioperato
voi dovete vendicarci
vendicarci col lottare
vendicarci col creare

Creare un mondo nuovo
un mondo di giustizia
un mondo di uguaglianza
un mondo di libertà

Ricordatevi di Adele
l'hanno presto incarcerata
per avere contestato
per avere militato

L'hanno messa in una cella
una cella isolata
per paura che parlasse
con chi vuol sapere le cose

Saper di un mondo nuovo
un mondo di giustizia
un mondo di uguaglianza
un mondo di libertà

Fonte: Maraini Y. (a cura di), Siamo in tante...(la condizione della donnanelle canzoni popolari e femministe: libro + disco), Savelli, Roma, 1975


Informazioni:

8 marzo non è "la festa delle donne", è "la giornata di lotta" delle donne. Nel 1908 in una fabbrica americana dove lavoravano solo donne, queste proclamarono uno sciopero e occuparono la fabbrica. Il padrone la sera chiuse a chiave i cancelli e per cause ignote, durante la notte, si sviluppò un incendio. 139 operaie sono morte arse vive.
Per ricordare questo tragico fatto, nel 1910 le compagne del Congresso internazionale delle donne socialiste hanno indetto l'8 marzo "giornata internazionale di lotta della donna". (maria rollero)
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:15:29 Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:16:48  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
faceva chiamare dottore
perchè aveva la lurea ad onore
era lui che faceva abortire
le compagne per centomila lire

Ma se negli occhi tuoi c'è paura
la sua voce si fa più dura
se la paura diventa grande
se hai bisogno di una voce umana
per abortire tu devi tacere
come una lesbica o una puttana

Lui ti sta facendo un piacere
tu stai solo scontando un errore
così per te non c'è umiliazione
tanto non hai pagato un milione

Anche se poi l'avessi pagato
neanche quel prezzo sarebbe bastato
minimamente a pagare il riscatto
di chi è schiavo e accetta il baratto
per liberare il tuo corpo in catene
devi spezzare chi te le tiene.

Fonte: Currà A., Vettori G., Vinci R., Canti della protesta femminile. Contributi alla presa di coscienza d'una nuova cultura rivoluzionaria, Newton Compton Editori, Roma 1977

Abortire
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Movimento Femminista Romano
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:17:45  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Aborto di Stato
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Canzoniere femminista
Tematica: femminili
Aborto di Stato
strage di innocenti
sul sangue delle donne
si fanno affari d'oro

Aborto di Stato
strage delle innocenti
processi esemplari
repressione per tutte

A Trento, a Firenze le insultano, le umiliano
a Trento e a Firenze terrore sulle donne
in italia e fuori le trattan da assassine

Ma noi le conosciamo
siamo tutte noi
tute abbiamo abortito
tutte sappiamo come

Nei modi più cruenti
e più pericolosi
con la paura addosso
rischiando la galera

Ci sbattono in questura ancora addormentate
ancora sanguinanti, è reato e non han pietà
Sadismo, sfruttamento, razzismo e illegalità

Ma che è una cosa sporca
ormai lo sanno tutti
"o è un figlio per lo Stato
o è aborto ed è reato"

Attenti padroni
siamo milioni
Attento lo Stato
troppo a lungo ci ha sfruttato.

Fonte: Canzoniere Femminista, Canti di donne in lotta, Vedette Zodiaco, 1975

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:19:01  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Addio morettin ti lascio
Primo dopoguerra, fascismo e antifascismo (1918-1943)

Addio morettin ti lascio,
finita è la mondada,
tengo un altro amante a casa,
tengo un altro amante a casa,
addio morettin ti lascio,
finita è la mondada
tengo un altro amante a casa
più bellino assai di te.

Più bellino, più carino,
più sincero nel far l'amore,
ci ho donato la vita e il cuore
ci ho donato la vita e il cuore
più bellino, più carino,
più sincero nel far l'amore,
ci ho donato la vita e il cuore
e per sempre l'amerò.

Tu credevi ch'io ti amassi
mentre invece t'ho ingannato,
caramelle tu m'hai pagato
caramelle tu m'hai pagato
tu credevi ch'io ti amassi
mentre invece t'ho ingannato,
caramelle tu m'hai pagato
e vino bianco abbiam bevù.

T'ho amato per quaranta giorni
sol per passare un'ora
e adesso ch'è giunta l'ora
e adesso ch'è giunta l'ora
t'ho amato per quaranta giorni
sol per passare un'ora
e adesso ch'è giunta l'ora
ti lascio in libertà.

La libertà l'è quella
di non più lavorare,
casa vogliamo andare
casa vogliamo andare
La libertà l'è quella
di non più lavorare,
casa vogliamo andare
in cima del vapor.

L'amore dei Piemontesi
la g'ha poca durada
finita la mondada
finita la mondada
L'amore dei Piemontesi
la g'ha poca durada
finita la mondada
l'amor non si fa più.

Io partirò, col cuor sospirerò
ma io per te, ma io per te
io partirò, col cuor sospirerò
ma io per te
morire no no no.


Fonte: A. Currà, G. Vettori, R. Vinci Canti della protesta femminile, contributi per una presa di coscienza d'una nuova cultura rivoluzionaria, Newton Compton Editori, Roma, 1977

Informazioni:

Canto di risaia, dal repertorio di Giovanna Daffini, descrive e rappresenta la relatà "amorosa" piuttosto libera, dei quaranta giorni della monda.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:20:47  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Alle cinque e mezza
Dall'unità d'Italia alla Grande Guerra (1870-1914)
Nazione: Italia Italia
Lingua: lombardo
Anno: 1911


Alle cinque e mezza
suona la campanella
e alle sei
si ritira in un convento

Povere forestiere
bandonate dal padre e dalla madre
e dei nostri
primi innemorati

Quando viene la festa
tutti vanno a passeggio
noi si ritiriamo
in questo misero convento

Povere forestiere
purtèe pasiensa
che qualche giorno
ti daranno licenza.

Fonte: non ancora inserita, ci stiamo lavorando...

Informazioni:

Composto nel 1911 contro la decisione del direttore della filanda di Sala al Barro (Lecco) di proibire alle operaie forestiere di uscire dallo stabilimento per impedire i contatti con i giovani del posto
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:21:01  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

La filanda de Ghisalba

La filanda de Ghisalba
si l'è pientada in mezzo a l'erba
l'è pú tanta la superbia
che la paga che i me dà
l'è pú tanta la superbia
che la paga che i me dà

La filanda de Ghisalba
si l'è una triste filandina
e 'l cal e 'l pocch a la mattina
e 'l provin dopo 'l mesdé
e 'l cal e 'l pocch a la mattina
e 'l provin dopo 'l mesdé

In filanda de Ghisalba
gh'è de donn mezze malade
per la furia di aspade
si han ciappàa la fugaziun
per la furia di aspade
si han ciappàa la fugaziun

In filanda de Ghisalba
i direttori sono intelligenti
loro fuman le sigarette
sempre ai spall dei lavorator
loro fuman le sigarette
sempre ai spall dei lavorator


La filanda di Ghisalba
è impiantata in mezzo all'erba
è più la superbia
che la paga che ci danno
è più la superbia
che la paga che ci danno

La filanda di Ghisalba
è una triste filandina
il cal e il poc alla mattina
il provino nel pomeriggio
il cal e il poc alla mattina
il provino nel pomeriggio

Nella filanda di Ghisalba
ci sono donne mezze ammalate
per la velocità delle aspe
si son prese l'infiammazione
per la velocità delle aspe
si son prese l'infiammazione

In filanda di Ghisalba
i direttori sono intelligenti
loro fumano le sigarette
sempre alle spalle dei lavoratori
loro fumano le sigarette
sempre alle spalle dei lavoratori.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:21:57  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Anche per quest'anno
Il dopoguerra e la ricostruzione (1945-1962)

Anche per quest'anno,
ragazza, ci han fregato,
con tutte le sue chiacchere
in risaia ci han mandato
e noi povere donne
ci tocca lavorar
per mantenere i ricchi
al suo paese a passeggiar.

Ci sono dei padroni
che sono un po' impazienti,
comandano, bestemmiano,
con la bava fra i denti,
dicendo: "Queste donne
lavor non lo san far.
Dovrebbero far presto
come il treno a camminar".

Se si parla del trapianto
l'è una cosa da spavento,
lo voglion le file dritte
anche se siamo in duecento;
se c'è una povera donna
che la si sente mal
vanno col rallentamento
per portarla all'ospedal.

C'è poi un'altra cosa
da fare ben presente:
con pane, riso e vitto
non si capisce niente;
e riso e sempre riso,
con acqua in quantità,
e Scelba è al governo
coi signori a consolar.

E tutto quel sudore
che noi quaggiù prendiamo
saranno poi le lacrime
dei figli che abbiamo;
e grideranno "mamma,
vogliamo da mangiar!"
allora lotteremo
per lavoro e libertà.

E grideranno "mamma,
vogliamo da mangiar!"
e lotteremo allora
per lavoro e libertà.

Fonte: Vettori Giuseppe, Canzoni italiane di protesta 1794 - 1974, Roma, Newton Compton, 1975

Informazioni: Canto tratto dal repertorio di Giovanna Daffini, databile per il riferimento a Scelba.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:43:52  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Avete mai guardato
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Canzoniere femminista

Avete mai guardato negli occhi di una donna
che a 50 anni resta sola
i figli andati via, uno ad uno
la casa vuota
A che serve svegliarsi al mattino, preparare il caffè
ed anche tu sei vecchio ed in pensione, a che
[servi ormai?
Almeno tu avevi una volta gli amici e il bar
io invece ho trascorso la vita in casa a lavorar
nessuno ha calcolato mai
le ore di lavoro sai
non mi restava il tempo
neppure un momento
da dedicare un poco a me
per me non c'eran feste
non era mai vacanza
neppure a Natale, mai

Così come hanno detto, ho sempre fatto tutto
il sacrificio è una virtù
per il bene dei miei figli mi son sacrificata
non ho mai chiesto niente in più
ed ora che sono da sola qualche cosa farei
ma è tardi e mi resta la voglia dei figli miei
Ma un giorno mia figlia mi disse "mamma sai
nel mondo le donne ha capito e stan lottando ormai
La vita che hai fatto tu
dovremo vendicarla sai
il tuo lavoro ha un prezzo
che a te non è pagato
è un costo tutto risparmiato
a te resta l'inganno
il mito della madre
chi ci guadagna è il capitale.

Ma le donne ha capito chi è il nemico
e stanno già lottando
contro lo sfruttamento si stanno organizzando
La vita che hai fatto tu
dovremo vendicarla sai
il tuo lavoro ha un prezzo
che a te non è pagato
è un costo tutto risparmiato
a te resta l'inganno
il mito della madre
chi ci guadagna è il capitale.


Fonte: Canzoniere Femminista, Canti di donne in lotta, Vedette Zodiaco, 1975
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:44:21  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Bambini pianificati
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Canzoniere femminista

I nostri figli son comandati
quelli neri non son graditi
quelli gialli fan paura
quelli bianchi, dipende dalla zona

Non sono i figli dell'amore
amore imposto dallo Stato
quando l'amore è comandato
è violenza contro di noi

Rit. Accoppiamenti su misura
accoppiamenti su comando
quanti ne volete?

Nell'Italia degli anni '30
tanti figli a pagamento
è lo Stato che è violento
di troppi figli ci fa morir

Rit.

12 milioni di bebè
voleva De Gaulle dopo la guerra
gli servivano, eran morti
eran morti tutti in guerra!

Pronti sull'unghia tutti quanti
mi occorrono subito e che siano bianchi
Donne francesi: copulazione!
Natalità!

Rit.

Sono bianca, sono italiana
come mi devo comportar?
Se sei responsabile, emancipata
due soli figli devi far
E se sono di più? Arrangiati

Sono nera, sono indiana
quanti figli devo far?
Di questo colore son sempre troppi
la più assoluta sterilità

Sono portoricana
cosa devo far?
non andare in ospedale se no ti tagliano le ovaie

Basta figli per lo Stato
questo è amore comandato
è violenza dello Stato
è violenza contro di noi


Fonte: Canzoniere Femminista, Canti di donne in lotta, Vedette Zodiaco, 1975
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:45:00  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Devento mata
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: veneto
Autore: Canzoniere femminista

Devento mata in fabrica
coi ritmi e 'l sfrutamento
come se no bastasse
fasso el straordinario

Dopo tute ste ore
arivo a la Giudeca
e trovo e case in tochi
co le fogne che vien su
da la pavimentasiòn

Devento mata in casa
drio ai fioi e a me marìo
che da mi vol tuto
presto a cusinar!

E a russàr dapartuto
coi muri che va in frègoe
el cesso che sprofonda
e che nol vien mai neto

Mi go sto bel lavoro
xontà a queo in fabrica
solo perchè son donna
mi go da lavorar
par vinti ore al dì

Le ore de la fabrica
i me paga de manco
che se fussi un omo
E a netar el cesso
lo go da far gratis
solo perchè son donna
perchè son donna


Fonte: Currà A., Vettori G., Vinci R., Canti della protesta femminile. Contributi alla presa di coscienza d'una nuova cultura rivoluzionaria, Newton Compton Editori, Roma 1977
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 21:45:40  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Ignoranti senza scuole
Primo dopoguerra, fascismo e antifascismo (1918-1943)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano

Ignoranti senza scuole,
calpestate dal padron,
noi eravam la plebe della terra
ma in risaia come in prigion.

E ci hanno detto ma questa vita
la dovrete sempre far
e i padroni ci son sempre stati
e i padroni dovranno star.

Ma un bel giorno ci abbiam risposto
voi siete servi del padron
e se lottiamo avremo più giustizia,
più diritto di pane e di lavoro.

Ma i padroni hanno armi
di menzogna e corruzion
hanno i giornali il cinema la radio
che difendono i profitti del padron.

Ma “noi donne” è gran faro
che ci illumina il cammin
e per noi donne è un’arma di progresso
e di giustizia per tutte noi mondin.


Fonte: AA.VV., Avanti popolo - Due secoli di popolari e di protesta civile, Roma, Ricordi, 1998


Informazioni:

Canto del repertorio del Coro delle mondine della cooperativa dei Cappuccini di Vercelli ed eseguito durante il primo folk-festival di Torino (1965).

Probabilmente tratto dalla canzone di Pietro Gori "Amore ribelle", ha ceduto poi parte della terza strofa alla canzone "La lega".
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Mag 05, 23:18:21  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33838
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Il parto
La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia Italia
Lingua: italiano
Autore: Canzoniere femminista

Sono andata all'ospedale
salgo le scale in ostetricia
valigia in mano e corredino
con le pantofole nuove di zecca

Il fiocco rosa o celestino
voglio una femmina, voglio un bambino
La pancia pesa, la prima fitta
facciamo presto che sia finita

Ma già nel corridoio
dolori, urla e grida
la fantasia mi cede
rifiuto di capire

Sui letti tante donne
che aspettano soffrendo
si rompono le acque
arrivano le spinte

Il dolore è troppo grande
dolore disumano
mi mancano le forze
io non sapevo questo

Ho visto nei dottori
sadismo e indifferenza
il nazismo non è morto
è ancora per le donne!

Anch'io sono andata alla catena
di montaggio per bambini
fuori il figlio, sangue e placenta
donne chiediamo l'anestesia

La sala parto è una fucina
di dove il pezzo esce finito
ma cosa importa se sei distrutta
chi se ne frega tanto sei donna.


Fonte: Canzoniere Femminista, Canti di donne in lotta, Vedette Zodiaco, 1975
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Dediche e auguri

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield