Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

LA MALATTIA DI PARKINSON
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Senza barriere
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Mar Ott 20, 15:38:12  LA MALATTIA DI PARKINSON
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37810
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

LA MALATTIA DI PARKINSON

In collaborazione con l'Associazione Italiana Parkinsoniani, sito
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Cos'e' la malattia di Parkinson?
Quali sono i sintomi?
Come si fa la diagnosi della malattia?
Quali sono le cifre del Parkinson?
Esistono delle terapie?
Ci sono novita' nella ricerca?
La malattia e' ereditaria?
Luoghi comuni
Quali sono le associazioni alle quali aderire?
Cos'è la malattia di Parkinson?

La malattia di Parkinson è un disturbo del sistema nervoso centrale caratterizzato principalmente dalla degenerazione di alcune cellule nervose (neuroni) situate in una zona profonda del cervello chiamata "sostanza nera". I neuroni in questa zona producono un neurotrasmettitore chiamato "dopamina", un aminoacido che serve a trasmettere messaggi in altre zone del cervello anch'esse deputate al movimento. La degenerazione e morte di tali neuroni determina un deficit di dopamina associato a compromissione della funzione motoria. Le cause che avviano il processo neurodegenerativo sono al momento sconosciute anche se ci sono sempre più evidenze che fanno pensare ad un difetto genico combinato con fattori ambientali. Circa il 20% dei pazienti ha una patologia di tipo familiare tuttavia il gene "difettoso" è stato identificato solo in un 2-3% dei casi.
La malattia fu descritta per la prima volta in modo completo da James Parkinson nel 1817 nel suo libro intitolato "Essay on the Shaking Palsy". E' una tra le malattie neurodegenerative più frequenti, esordisce in genere dopo i 50 anni ma può talora avere insorgenza più giovanile, tra i 20 ed i 40 anni. Il quadro clinico della malattia è classicamente identificato dalla lentezza nei movimenti (bradicinesia), dalla rigidità e dal tremore, anche se quest'ultimo non è sempre presente.

TORNA ALLE DOMANDE
Quali sono i sintomi?

I sintomi non si presentano sempre in uguale intensità, determinando, in relazione al prevalere dell'uno sull'altro, il manifestarsi di diverse forme cliniche. La disabilità indotta dalla malattia di Parkinson non e' correlata solo con il "disturbo del movimento", ma può coinvolge anche altri sistemi quale il cardiovascolare, gastrointestinale, urinario. La malattia di Parkinson è pertanto "ben curata" se viene considerata come una malattia sistemica e non solo neurologica.
Vi è una grande variabilità nell'evoluzione della malattia e nel grado di disabilità dei pazienti: il decorso è in genere definito come "cronico-progressivo", ma è possibile riconoscere fasi protratte di stabilizzazione del quadro sopratutto se il paziente è attentamente curato e controllato.

TORNA ALLE DOMANDE
Come si fa la diagnosi di malattia di Parkinson ?

La diagnosi viene formulata in base alla storia clinica, alla presenza di sintomi come tremore, lentezza di movimento rigidità muscolare e all'esito di alcuni indagini, tra cui un test farmacologico (miglioramento della sintomatologia dopo somministrazione di un farmaco che stimola i recettori cerebrali per la dopamina), indagini con produzione di neuroimmagini del cervello (risonanza magnetica nucleare) per escludere altre patologie e per valutare l'attività delle vie cerebrali (SPECT o PET).

TORNA ALLE DOMANDE
Quali sono le cifre del Parkinson?

Oggi la malattia colpisce circa il 3 per mille della popolazione generale e circa 1% di quella sopra i 60 anni. E' stato stimato che in Italia vi sono 220.000 pazienti affetti, di cui 10.000 hanno meno di 42 anni di età.

TORNA ALLE DOMANDE
Esistono delle terapie?

Sì, la terapia della malattia di Parkinson rappresenta uno dei più brillanti successi terapeutici nella storia della neurofarmacologia ed ha modificato radicalmente l'evoluzione e la prognosi della malattia. La ricerca in questo ambito è in costante evoluzione ed in continuo fermento e strategie terapeutiche nuove affiancano quelle tradizionali per migliorare la malattia e la qualità della vita del paziente.

TORNA ALLE DOMANDE
Quali sono le novità nella ricerca?

La ricerca procede velocemente e vi sono tre novità importanti:

1.
i nuovi dopamino-agonisti.
Sono farmaci che stimolano i recettori cerebrali per la dopamina, prendendo il posto del neurotrasmettitore che non viene più prodotto dai neuroni degenerati nella sostanza nera
2.
la stimolazione cerebrale profonda
E' una nuova tecnica chirurgica che consiste nell'impianto di elettrodi in particolari zone del cervello, connessi ad uno stimolatore elettrico inserito sottocute. La stimolazione di alcune aree coinvolte nelle vie dopaminergiche, deputate al movimento, si sostituisce almeno parzialmente alla terapia farmacologica. La terapia chirurgica rappresenta oggi un argomento di notevole interesse e di attualità pur interessando soltanto una minoranza di pazienti, attentamente selezionati e in fase avanzata che non rispondono più alla sola terapia farmacologica.
3.
l'impianto di cellule staminali
Sebbene i dati clinici relativi ai trapianti di cellule fetali siano suggestivi ed incoraggianti, sono tuttavia da considerarsi ancora in fase sperimentale, anche se nuove speranze arrivano dalla coltura di cellule in vitro e dalla ingegneria genetica. I primi trapianti di cellule staminali nella sostanza nera sono stati eseguiti in animali di laboratorio. In alcuni pazienti sono invece state impiantate cellule fetali dopaminergiche. La terapia ha permesso un ripristino completo della funzione motoria nel ratto e parziale nell'uomo, ma attualmente non sono stati ancora raggiunti risultati soddisfacenti, per cui sono necessari ulteriori studi prima che la tecnica possa essere introdotta nella pratica clinica.

TORNA ALLE DOMANDE
La malattia e' ereditaria?

La causa della malattia è tuttora sconosciuta: le ipotesi principali sulla sua origine sono quella tossico-ambiantale e quella genetica. Sono in corso studi per chiarire l'ereditarietà della malattia.
Esistono argomenti a favore dell'ipotesi ereditaria, cos ì come vi sono argomenti contrari.
Gli argomenti a favore:

1.
Nelle famiglie con soggetti parkinsoniani, la frequenza con la quale si rileva un altro familiare colpito dalla stessa affezione è circa del 15-18%, superiore a quella della casualità, considerato che la frequenza della malattia nella popolazione generale è del 3 per mille. Questo potrebbe indicare che esiste in qualche modo una predisposizione familiare alla malattia.
2.
L'ipotesi che la malattia possa avere un'origine genetica è supportata anche da un certo numero di studi che hanno identificato il gene della malattia in alcune famiglie, una di origine italiana e tre di origine greca. Più recentemente è stato individuato un altro gene in un'altra famiglia, in Giappone. Queste osservazioni dimostrano che quadri clinici simili, e nel caso di cui ci occupiamo, un quadro parkinsoniano familiare può essere la conseguenza di alterazioni genetiche diverse e quindi rappresentare in realtà affezioni diverse. La malattia, in queste famiglie, presenta caratteristiche diverse da quelle della malattia tipica che è sporadica, non ereditaria. Infatti, l'età di esordio è più precoce, la progressione del decorso è più rapida e spesso si associano sintomi che non sono tipici della malattia quali la demenza.

Gli argomenti contrari all'origine ereditaria:

1.
Uno studio condotto su coppie di gemelli monoovulari od omozigoti, nelle quali uno dei fratelli presentava la malattia di Parkinson, ha dimostrato che assai raramente l'altro fratello o sorella erano colpiti dalla stessa affezione. Se teniamo presente che i gemelli uniovulari possiedono lo stesso patrimonio genetico, è assai difficile comprendere come una malattia genetica possa essere presente in uno dei gemelli ed essere assente nell'altro. Pertanto questa dimostrazione è un argomento forte contro l'origine genetica della malattia anche se non assoluto.
2. Infine i geni, fino ad oggi identificati e responsabili delle forme ereditarie, non sono rinvenibili nei soggetti che presentano la forma sporadica di malattia. Sulla base di queste ultime due ultime argomentazioni si dovrebbe concludere che la malattia non è ereditaria.

TORNA ALLE DOMANDE
Luoghi comuni

E' un luogo comune che la malattia riguardi solo gli anziani, che il sintomo principale sia il tremore e che non dia dolori. La realtà è ben diversa essendo questa malattia comune fra le persone giovani, prevalentemente su base genetica. E' stato stimato che in Italia vi sono 10.000 pazienti parkinsoniani che hanno meno di 42 anni di età. Il sintomo principale è la lentezza dei movimenti (circa il 30% dei pazienti non ha tremore. Il dolore è talvolta il primo sintomo della malattia. Fumo e alcool non interferiscono con la malattia e molti pazienti possono condurre una vita normale.

TORNA ALLE DOMANDE
Vi sono associazioni alle quali si può aderire?

Sì, ve ne sono molte. La prima associazione è stata fondata negli USA e si chiama APDA - American Parkinson's Disease Association.
APDA - American Parkinson disease association
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Oltre a questa vi è la WPDA, la World Parkinson's Disease Association, che coordina le attività delle associazioni nazionali nel mondo. Alla Wpda aderisce l'Associazione italiana Parkinson..
WPDA - World Parkinson Disease Association
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


In Italia vi è l'AIP " Associazione Italiana Parkinsoniani", che si è costituita nel 1990, con il duplice scopo di migliorare le condizioni di vita del malato attraverso un'informazione capillare e completa e pervenire a nuove conoscenze scientifiche sulla malattia. L'associazione raggiunge quasi 20.000 mila famiglie di pazienti e copre gran parte del territorio nazionale con 25 sezioni locali.

AIP - Associazione Italiana Parkinsoniani
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Via Zuretti 35 - 20125 Milano
Telefono 02.66713111
Fax 02.6705283
Sede di Roma - Via Emanuele Filiberto 125
Telefono/Fax 06.77250779

Altre associazioni:
LIMPE - Lega Italiana per la lotta contro la malattia di Parkinson, le sindromi Extrapiramidali e le demenze
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Viale dell'Università, 30 - 00185 ROMA
Telefono 06.4455618
Fax 06.4440790

The national Parkinson foundation
Costituita nel 1957, la fondazione è un'istituzione diffusa a livello internazionale. E' sorta inizialmente come centro di studio di terapie specifiche contro il Parkinson.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


TORNA ALLE DOMANDE
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Ott 20, 15:38:12 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Senza barriere

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield