Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Il giusto valore del cibo
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Trattoria Il Peperoncino
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Lun Dic 28, 00:32:15  Il giusto valore del cibo
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37998
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

taliani brava gente
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Conduttori radiofonici

Il giusto valore del cibo

Una buona trattoria si riconosce dal numero dei Tir parcheggiati intorno. I camionisti, si sa, sono molto attenti al cibo ed ai prezzi in rapporto alla qualità. Ed anche alla quantità nelle porzioni. A Venezia vale la stessa legge. Con la differenza che per trovare il posto giusto bisogna cercare le gondole invece dei camion. Ultimamente molti gondolieri, quando si avvicina l’ora di pranzo, cercano un ormeggio vicino a Calle Albanesi. Siamo a due passi dalla Basilica di San Marco. Venendo a piedi da Piazza San Marco, si prosegue verso Riva degli Schiavoni e dopo il Ponte dei Sospiri ci si butta nella prima calle a sinistra. Lì c’è un ristorante molto particolare. Anche per Venezia, che nella sua lunga storia ne ha viste di tutti i colori, soprattutto a tavola. Si chiama Alla Basilica ed è il ristorante low cost della Curia Veneziana.
Voluto dal Patriarca, il Cardinale Angelo Scola, con un investimento di 400mila euro per trasformare quello che era stato il Monastero di Sant’Apollonia in una grande sala con 120 coperti, un angolo bar ed una saletta riservata. In altri locali si direbbe un privé. Si pranza con 13 euro, un primo, un secondo, un contorno, pane e mezzo litro di acqua. Arredamento minimalista, cura dei dettagli e molta accoglienza. Un progetto cultural-culinario preciso della chiesa veneziana per dare un segno concreto di attenzione ai bisogni dei visitatori e dei pellegrini. Ma anche per quelli che a Venezia ci vivono, un popolo sempre in diminuzione, e per chi ci lavora e deve barcamenarsi per mangiare qualcosa in una città sempre più disegnata su un turismo mordi e fuggi.
Così fin dall’apertura a febbraio 2009 il ristorante ha frequentatori equamente divisi tra residenti, lavoratori in pausa pranzo e turisti. Quelli italiani cercano “il ristorante dei frati”, convinti di trovarne in cucina che spignattano. In realtà Alla Basilica è gestito per conto della Curia – alla quale non interessa che si generi profitto, basta non andare in rosso - da una società padovana e dà lavoro a dodici persone. I turisti stranieri sono più informati: un’ottima recensione comparsa su un quotidiano svedese porta molti scandinavi rigorosamente con la fotocopia del giornale in mano.
La cucina superbamente attrezzata sforna piatti solo a pranzo. La sera il ristorante apre su prenotazione, con un menu concordato, ma bisogna essere almeno 30-35 persone. Lo hanno fatto gruppi di pellegrini e turisti di vari paesi. Ma pure il Patriarca per una cena di lavoro con vescovi e monsignori ed un alto prelato per festeggiare il compleanno. Scrive un lettore sul sito di Gente Veneta, il settimanale diocesano: “L’apertura del ristorante gestito dalla Curia è la manifestazione più concreta che la crisi economica può essere una grande opportunità. Un ristorante che, ad un prezzo ragionevole, offre della buona cucina (…) è la chiara dimostrazione che il commercio può e deve essere governato dal vero valore delle cose. Oggi che ci si rende conto di come l’economia si sia ormai allontanata dalla realtà delle cose è la chiesa a dare un segnale che si può dare un altro ordine alle cose, il giusto valore per un servizio come al lavoro dell’uomo”. Noi sottoscriviamo: due fritti misti, grazie.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Lun Dic 28, 00:32:15 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Trattoria Il Peperoncino

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield