Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Musica da sentire...
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Archivio
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Lun Gen 14, 07:18:03  Musica da sentire...
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Musica da sentire...

Emeli Sandé, la nuova voce del soul
Molti l’hanno ascoltata per la prima volta durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, dove ha meravigliosamente interpretato "Imagine". Lei è Emeli Sandé, scozzese, indiscussa protagonista della nuova soul music inglese. Per chi avesse perso il suo disco d’esordio esce in una nuova veste, arricchita di qualche inedito e di "Imagine". Spiccano composizioni come "Wonder", eseguita con Naughty Boy, e brani come "Breaking The Law" e "Easier In Bed". La cantante affascina per la capacità di usare la voce per andare alle radici del blues, arrivare al gospel e trasmettere al pubblico un forte senso della spiritualità. La black music contemporanea passa da qui.
Emeli Sandé - Our Version Of Events
EMI
Se ti piace ascolta: Adele, Michel Kiwanuka



Rivelazione british pop
Sono in quattro, giovanissimi e arrivano da Cambridge. Suonano una miscela di british pop mescolato con le linee elettroniche del dubstep, la colonna sonora contemporanea delle periferie multiculturali inglesi e hanno vinto il Mercury Prize, il riconoscimento che va ogni anno al più innovativo disco pubblicato in Inghlterra. Se lo meritano. Uno dei gruppi rivelazione del 2012.
Alt-J - An Awesome Wave
Infectious
Se ti piace ascolta: Flying Lotus, The XX



Pura poesia dall'Africa
Ballake Sissoko è un magistrale esponente della scena dei griots del Mali, i cantastorie che girano il paese suonando la kora e intrattenendo gli ascoltatori nelle sale d’attesa delle stazioni degli autobus. La sua musica è pura poesia, è il ritmo della Savana che si ricongiunge con quello della metropoli. Blues moderno che ci riporta nuovamente lì, dove è nata tutta la popular music.
Ballake Sissoko - At Peace
Naive
Se ti piace ascolta: Toumani Diabate, Alì Farka Tourè



Da Cuba, jazz latino e...
È chiaramente ispirato a Buena Vista Social Club, il progetto Mala In Cuba, voluto da Gilles Peterson, il dj che ha inventato l’acid jazz e che ha chiesto a Mala, musicista anglo giamaicano di realizzare un album che mettesse in relazione quello che succede nei club dell’isola con la nuova scena elettronica internazionale. Il disco è frutto di una sperimentazione, ma il calore del latin jazz è intatto.
Mala - Mala In Cuba
Brownswood Recl
Se ti piace ascolta: Scuba, Joe Claussel



...nella rete

I Sigur Ros, la creazione è un'opera collettiva. Ora visibile a tutti
Tra i tanti profondi cambiamenti che l’uso della rete ha portato nella musica, sicuramente uno dei più rilevanti riguarda la possibilità che molti artisti offrono ai propri ascoltatori di essere partecipi, direttamente, della stessa espressione creativa.
Contribuendo, con le proprie idee, allo sviluppo di progetti e produzioni.
Come hanno fatto di recente gli islandesi Sigur Ros, band di sognante romantico elettronico nord europeo, che ha invitato il pubblico a realizzare un film breve ispirato liberamente al loro ultimo disco, “Valtari”.
La richiesta è stata rivolta, in contemporanea ad alcuni video maker famosi, come Floria Sigismondi, regista visionaria, e a tutti quelli che avessero voluto sperimentare la capacità di trasformare in immagini le emozioni suscitate dalle canzoni.
Tutto il materiale ricevuto diventa ora parte di un festival di "new cinema", "The Valtari MisteryFilm Experiment", sparso per i continenti.
Dal 7 al 9 dicembre, infatti, le opere verranno proposte in tantissime nazioni, grazie, in parte, a proiezioni organizzate dai cinema, in parte grazie ai tanti che, sempre rispondendo a un appello apparso sul sito del gruppo, hanno offerto la propria casa, il proprio bar, un negozio, per ospitare i film.
Per info:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




il tour

Harlem Gospel Choir
In un dicembre non particolarmente ricco di appuntamenti, segnaliamo il tour italiano di un coro di gospel, che sicuramente aderisce alla perfezione all’atmosfera di festa.
L’Harlem Gospel Choir è il più famoso coro gospel d’America (e quindi del mondo), una formazione composta dai migliori talenti vocali che si esibiscono nelle chiese del quartiere newyorchese, con un repertorio che porta sulla scena il misticismo di una musica che ha fatto incontrare l’Africa con l’America. La loro celebrità è diventata internazionale quando gli U2 hanno chiesto al coro di cantare nel video di "I Still Haven’t Found What I’m Looking For". Fondato nel 1986, in occasione delle celebrazioni per Martin Luther King, il gruppo ha partecipato recentemente a manifestazioni per la campagna elettorale di Barack Obama.
Le date: Asti 19 dicembre 21 dicembre Perugia, 22 Bologna, 23 Roma. Per info: tel 02 48194128



Pierfrancesco Pacoda
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Lun Gen 14, 07:18:03 Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: Lun Gen 14, 07:18:22  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

L’intervista

Radiodervish

La musica dei Radiodervish è ricca di suggestioni sonore che arrivano dal Mediterraneo. Un mare che è luogo di incontro di linguaggi e tradizioni che cercano il dialogo, che sperimentano la convivenza culturale tra diverse etnie. È appena uscita la raccolta "Dal Pesce alla Luna" e Nabil Salameh, nato in Libano, ma da molti anni in Italia, è il cantante del gruppo.

Nabil, quali sono i dischi che più hai ascoltato negli ultimi mesi?
“Apriti Sesamo” di Franco Battiato, lo ho avuto in regalo, potete immaginare da chi, considerato che sono coautore di uno dei brani dell'album. Un disco che mi fa ritornare in mente i momenti di grande creatività di un maestro come Battiato. Poi il nostro “Dal Pesce alla Luna”, è la prima compilation della mia band ed è anche uno dei dischi che ascolto ultimamente. È come “ripercorrere” la propria vita artistica e personale riscoprendo nuove sorprendenti sfumature. Infine “Viva il Lupo” del quartetto Escargot, disco con una meravigliosa narrazione onirica.

E i libri? Quali le letture più recenti?
“Hakawati-Il cantore di storie” di Rabih Alameddine. È un libro di sorprendente inventiva, un romanzo che ci porta meravigliosamente dalle dune scintillanti dell'antico Egitto alle strade del Libano, devastate dalla guerra del ventunesimo secolo.
Poi “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar. C'è la narrazione straordinaria della vita di un grande della storia pur restando fedele ai fatti e arricchendo il tutto con enorme sensibilità. Cito poi “Tre noci moscate nella dote della sposa” di Simona Cleopazzo (Lupo editore). È il romanzo d’esordio della scrittrice salentina. Una storia di ritorni amari alla terra delle proprie radici. Mi ricorda in qualche modo la mia storia dopo anni di esilio.

Quali film consigli ai nostri lettori?
“E ora dove andiamo?” di Nadine Labaki. Il film si svolge nel Libano che ho vissuto da ragazzino tra guerre continue. È un film che affronta un tema di sconvolgente importanza, i conflitti religiosi, con uno sguardo divertito e amaro insieme. Poi “Hassan e Morcus” di Ramy Imam, che racconta con ironia i pregiudizi che musulmani e cristiani nutrono gli uni verso gli altri nell’Egitto di oggi, ma lascia intravedere una convivenza possibile a patto che gli uni si mettano nei panni degli altri. Infine “Moon” di Duncan Jones, un thriller di fantascienza. La mia grande passione per la fantascienza e per i fumetti continua ad accompagnarmi anche da grande come nutrimento per quel bimbo che continuo a portarmi dentro.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Archivio

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield