Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

film anni 70 strappalacrime
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Archivio
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Ven Mag 31, 14:52:55  film anni 70 strappalacrime
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37815
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

La bellissima estate (1974): qui c’è la doppia morte del padre pilota di Formula 1 e del fanciullo (impersonato da Alessandro Cocco) che, disperato, cerca di emulare il genitore schiantandosi con una carretta-giocattolo. La madre al capezzale può solo piangere sul corpo deturpato del figlio.
Bianchi cavalli d’agosto (1974): unico caso in cui il bambino (Renato Cestié) viene risparmiato, ma agonizza quanto basta per strappare le dovute lacrime. Per certi versi, un passo falso.
Ancora una volta a Venezia (1974): un insieme di tragedie con l’inevitabile morte del bimbo (Sven Valsecchi), un suicidio, una famiglia sfasciata, con un finale straziante a Venezia!
L’albero dalle foglie rosa (1975): il bambino (ancora Renato Cestiè) fugge da una famiglia divorziata che lo odia. Un’auto travolgerà il padre e il bimbo e abbraccerà il tronco di un pesco per la sua ultima inutile preghiera.
Il venditore di palloncini (1975): un’anemia mortale incombe sul piccolo (il solito Renato Cestiè), finché un venditore di palloncini gli strapperà un ultimo sorriso.
Piange il telefono (1975): qui il lutto del minore viene risparmiato perché a crepare, stroncato dal solito male incurabile, è un ex pilota civile che torna dalla vecchia fiamma per conoscere la figlia avuta a sua insaputa anni prima (Francesca Guadagno)
Questo si che è amore (1978): qui il bambino (Sven Valsecchi) è consapevole della sua malattia: si aggrappa alla vita, cercando di salvare il matrimonio dei genitori senza fortuna.
Stringimi forte papà (1978): disgrazie a catena in ambiente circense per il bambino (Enrico Curatolo) che nell’ordine vede il morire il padre, la madre mignotta rifidanzarsi con uno stronzo che gli vende l’adorata cagnetta e lo spedisce in collegio. Ma non è finita: finalmente per il piccolo c’è un nuovo gentile papà, ma ovviamente muore pure lui.
L’ultimo sapore dell’aria (1978): qui il bambino è un po’ più grandicello (Carlo Lupo), sportivo ed entusiasta, ma ovviamente muore per una malattia mortale prima di coronare il sogno di diventare un grande nuotatore.
Profumi e balocchi (1980): la bambina (Lesley d’Olive) muore dopo una broncopolmonite e una fuga dal collegio, mentre i genitori lasciano un profumino sul suo tavolino dei trucchi.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Ven Mag 31, 14:52:55 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Archivio

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield