Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Bepi Ocia da IL GO’, ALLA META’ DEL ‘900 (Seconda puntata)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Nuvolotta's spaces
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Sab Nov 28, 03:40:52  Bepi Ocia da IL GO’, ALLA META’ DEL ‘900 (Seconda puntata)
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37822
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

da IL GO’, ALLA META’ DEL ‘900 (Seconda puntata)

El Geatàro
Mi ricordo che d’estate, al giovedì, arrivava “el geatàro”; lo si sentiva da lontano che suonava la tromba a bocca: io correvo a prendere i soldi per comperare il gelato. Lui fermava il suo carretto nello spiazzo in zona “Bortolaso” e cominciava a confezionare e a distribuire gelati ai ragazzi. Quello più richiesto era da cinque lire, ma c’era anche chi si permetteva quello da dieci lire. Il carretto era composto da una moto Lambretta 125, prima serie, affiancata da un carrello appuntito nella parte anteriore come una barca e supportato da una terza ruota. Sopra il carrello apparivano due grossi coperchi conici cromati e sagomati con una impugnatura sferica alla sommità. Sotto ai coperchi c’erano due contenitori della pasta di gelato contornati da blocchi di ghiaccio per tenerla a bassa temperatura. Era un momento di gioia per chi poteva gustare il gelato e, una volta finito, si doveva attendere il giovedì successivo per gustarne un altro.

Bepi Ocia
Altro motivo di allegria era il passaggio, una volta tanto, del cosiddetto “verticale” trainato a piedi da un certo Bepi Ocia proveniente da Carmignano di Brenta. Si trattava di un grande organo musicale posto sopra ad apposito carretto con due grandi ruote di legno e due lunghe stanghe che suonava in automatico: cioè bastava scegliere una musica, far girare una manovella e il verticale cominciava a suonare. L’uomo che lo trainava, detto appunto Bepi Ocia, aveva l’aspetto di un extraterrestre più che di un uomo; faceva impressione il fatto che si sostituisse ad un cavallo oppure ad un asino per trainare quel popò di peso. Lui lo trainava con le braccia protése all’indietro e con il corpo ben inclinato in avanti, con nel volto le smorfie di sofferenza del duro lavoro. Aveva due occhi bianchi e strabici su un viso solcato da profonde rughe, abbronzato (o più probabilmente sporco) con barba incolta, pieno di sudore dalla fatica che faceva per il traino, pantaloni avvolti fin sotto il ginocchio, scalzo, vestito da zingaro, pateòn chiuso da un filo di ferro, un odore da tenere lontano anche i ladri. Il suo nome di battesimo era evidentemente Giuseppe, ma l’appellativo Ocia non so da che cosa derivasse: forse perché i suoi occhi guardavano in direzioni diverse l’una dall’altro o forse perché era solito a ripetere la parola OCIA al posto della classica OSTIA.

L’Ambasciatore
Altro personaggio in auge era l’Ambasciatore, un vecchio della stirpe di Bepi Ocia: barba lunga e bianca, capelli lunghi e incolti, volto rosso che faceva intendere che gli piaceva “alzare il gomito”, portava un cappello con una penna di un grosso volatile, vestito alla moda dei sìngani , scalzo che trainava un carrettino a mano. Cantava sempre la solita canzone che diceva così: E’ arrivato l’ambasciatore / con la piuma sul cappello / è arrivato l’ambasciatore / a cavallo di un cammello / ha portato una letterina / che ha scritto stamattina / dove scritto sta così / se mi dai un ninnì / ti darò tutto il cuor / è arrivato l’ambasciator. Noi ragazzi avevamo associato la parola ambasciatore a quel povero disperato; tant’ è vero che a scuola, quando il maestro ci parlava degli ambasciatori e del loro ruolo, noi restavamo allibiti e una volta gli abbiamo chiesto: Gli ambasciatori sono vestiti come zingari e vanno in giro col carretto? Immediata la risata del maestro che ci ha fatto capire la diversa realtà di quel malcapitato.

Moca
Moca girava a piedi scalzi, con un vestito sgualcito, pantaloni fin sotto al ginocchio, col pateòn legato da uno spago recuperato dalle balle di paglia, baschetto in testa. Non aveva una dimora fissa; mangiava qualche piatto di minestra offerta dalla pietà di qualche famiglia, dormiva nelle stalle in mezzo alle mucche. Ma ciò che incuriosiva noi bambini era il fatto che lo trovavi seduto lungo la strada a farsi delle punture nei muscoli delle braccia; ma con le siringhe di quei tempi, che oggi si usano per il bestiame. Incuriosiva proprio perché noi avevamo il terrore delle punture: addirittura quando passava per strada il dottore Alberton, a volte in bicicletta, a volte con la Fiat Giardinetta con carrozzeria in legno, noi cominciavamo a fuggire spaventati per il timore che venisse a farci le punture. Quindi il fatto di vedere quel malcapitato che si bucava con una disinvoltura unica, senza accennare alla minima smorfia, era alquanto curioso e insolito. Dopo anni ho capito che si iniettava morfina.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Nov 28, 03:40:52 Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: Sab Nov 28, 03:42:44  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37822
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Da qualche settimana è attivo uno spazio FaceBook pubblico dal titolo: “Sei di Carmignano di Brenta se...”. Chi ha il proprio profilo sul noto social network può “entrare” nel gruppo e completare la frase in base ai ciò che lo “lega” al paese.
Questa semplice idea ha attivato un meccanismo di risposte che richiamano esperienze ed emozioni condivise da ogni carmignanese D.O.C.
Infatti, scorrendo la timeline del gruppo possiamo vedere quali sono i personaggi e le situazioni che, nella storia, hanno creato un certo senso di appartenenza, i punti di contatto e di separazione tra una generazione (di iscritti su FaceBook) e l’altra.
Nelle prossime righe riassumo alcuni dei ricordi che, sulla base della mia esperienza di carmignanese, mi sono sembrati essere tra i più significativi rispetto a tutti i post inseriti fino ad oggi.

L’“elemento più sentito” sembra essere rappresentato dai “personaggi” che hanno lasciato un segno nella memoria dei carmignanesi. Eccone alcuni:
Sei di Carmignano di Brenta se...
• ...andavi all’asilo della cartiera e avevi la cuoca Nerina;
• ...la to fantasia se stà segnà dae braghette corte (anca in dicembre) del sommo Bibi Antoneo e dae cotoe zebrate dea Tondin!;
• ...almanco ‘na volta, el mitico Pio Zurlo te ga saeudà dall’alto del so trattore;
• ...sai che i figli di Olindo sono 4 e tra loro c’è una donna (...);
• ...te ndavi a sviluppare i rullini dee foto da Fusco. Grazie al caro Cristiano che, vedendo la me passion pae foto da putea, ogni volta che andavo a torle, le vardavimo insieme e lu me faxea i complimenti pa quee fatte ben e me spiegava come fare mejo quee sbagliae;
• ...te te ricordi Augusto Moeta;
• ...te ghe conosuo Bepi Ocia;
• ...andavi anche tu a confessarti da don Bortolo perché ti diceva lui tutti i peccati;
• ...per chi come me, figlia di muratore, ha sentito parlare di Berto Coto con l’Ape o un mezzo simile ti recapitava sabbia, giara, cemento e calce...;
• ...ve ricordè quando Ilario portava casa i giornai?;
• ...te ghe ciaoeà almanco ‘na volta con Diego Sbiego;
• ...gavì avuo el preside Mario Petrina che el rivava in bici ogni matina da Fontaniva e vestio tutto l’anno coe braghe in velluto e maion de lana marron;
• ...non tanto te conossi Poldo, ma se Poldo te conosse ti;
• ...e ve ricordeo queste mitiche figure: Menego, Ilario Baldo, Nico Girardi, il dottor Girardi Armando, Toio Frison, Paietto, el Moretto Grespin....

Un secondo “elemento” del “sentirsi carmignanese” è legato all’esperienza scolastica, in particolare risaltano ancora i riferimenti a “personaggi” stavolta intesi come figure di maestre, maestri e prof. delle medie:
Sei di Carmignano di Brenta se...
• ...ti ricordi del maestro Nildo Bovo. El saveva tutto;
• ...alle elementari te gavevi el maestro Fincati... sempre con la becheta de bambù in man. Zio can che sbachetae soa testa... Go ancora el soraosso!;
• ...ae medie te ghe avuo un certo Gomiero come prof. de Artistica;
• ...come professore dee medie te gavevi Geremia con la mitica 126 e Lelo con la Ritmo;
• ...alle medie avevi anche tu la Boschetti come prof. di Tecnica;
• ...ae medie te ga insegnà inglese a Bernardi e te ghe vissuo de rendita per tutte le superiori.

Poi ritroviamo luoghi e caratteristiche tipiche di Carmignano. Per esempio:
Sei di Carmignano di Brenta se...
• ...al mattino, prima di andare a scuola (anni ’80) andavi a comprare il panino col salame al panificio Ongaro e lo pagavi 500 lire;
• ...non vedi un campanile quando vai in chiesa;
• ...El Moreto o Cèo Paiaro zera la to seconda casa;
• ...a to prima volta in discoteca se sta al Mixappel;
• ...a Futura? El primo centro commerciae in tutta a provincia, credo!;
• ...si andava alla Prodet per gli acquisti di sbelletti vari e poi un giro alla Casa della Calza;
• ...andavi anche tu a prenderti i giocattoli da Dal Cason;
• ...andavi al Dollaro da Tisiano e Cinsia e Mali!!!
• ...almeno na volta te ghe passà a notte de Pasqua in Brenta in tenda;
• ...hai imparato a nuotare in busa;
• ...ogni tua giornata è scandita dal melodico suono della... SIRENA DEA CARTIERA!!!

Infine, vorrei concludere questa breve “fotografia del ricordo condiviso” con alcune emozioni che ci legano questa porzione di territorio:
Sei di Carmignano di Brenta se...
• ...quando l’Italia vinse i mondiali ti ricordi che superfesta ci fu in paese;
• ...almeno una volta uscendo dall’ufficio postale hai bestemmiato;
• ...dite “là e qua” e non “lì” o “live e chive” che sembra inglese;
• ...te ghe ‘na guera impiantà con quei “aldeà del ponte” perché te dixi “rua” par indicare la ruota e invesse lori dixe “roda”;
• ...quando ti chiedono dove abiti e rispondi Carmignano di Brenta, immancabilmente ti senti rispondere... ahhh, ho capito, dove c’è sempre puzza di maiali!;
• ...(...) la mitica RUGGERI de Ugo Fugolo... ha trasportato tutti i ragazzi di Carmignano degli anni ’70 - ’80. Un pezzo di storia...
• ...in motorin te ghe si scappà almeno una volta a Messina e te lo ghe seminà andando pal Brenta (...);
•...anche tu, all’apertura dei grandi centri commerciali, hai abbandonato i nostri piccoli negozietti... per poi magari tornare tempo dopo pensando che, la cordialità e la disponibilità che trovavi qui non l’avevi trovata altrove.


Ecco. Queste sono alcune delle “parole scritte” che evocano i ricordi, la storia del nostro paese. Ma non ci sono solo “parole”: gli iscritti a questo spazio spazio virtuale, i carmignanesi D.O.C., hanno pubblicato moltissime fotografie d’epoca, al punto di creare una sorta di piccolo museo locale-virtuale. Un luogo-non-luogo alla portata di tutti coloro che hanno voglia di scoprire come la nostra identità personale e la nostra cultura siano legate al territorio in cui viviamo, e al rapporto con le altre persone.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Nuvolotta's spaces

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield