Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

IL TURISMO ACCESSIBILE
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Senza barriere
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Mar Ott 20, 15:49:21  IL TURISMO ACCESSIBILE
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37857
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

IL TURISMO ACCESSIBILE

con la collaborazione del Gruppo CO.IN.
Che cos'è il turimo accessibile?
Il progetto Italia per tutti
Esiste una guida per il turismo accessibile?
Numero verde 800 271027
Esistono norme per gli operatori turistici?
Alcuni dati


Che cos'è il turimo accessibile?

L'accessibilità è un concetto, un'ideale cui si tende per ottenere una parità di diritti e di doveri, un'uguaglianza che consente la partecipazione dell'individuo alla vita sociale nella quale è, di fatto, soggetto.

Il turismo accessibile è quell'insieme di servizi, strutture e infrastrutture che permettono alle persone con esigenze speciali - quali persone con disabilità, con diverse esigenze dietetiche o con problemi di allergie e gli anziani - la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli o difficoltà.

Assicurare l'accessibilità della ricettività, del trasporto e della mobilità, della ristorazione e del tempo libero si traduce nella necessità di creare un collegamento tra i vari servizi in modo da renderli realmente utilizzabili, senza discontinuità, offrendo alle persone che hanno bisogni speciali e alle loro famiglie un ampio grado di autonomia nella fruizione turistica.

La possibilità di accedere e di utilizzare le strutture è il presupposto fondamentale per permettere al potenziale cliente con bisogni speciali di prendere in considerazione un'offerta turistica: è ovvio che questa attenzione deve essere prestata a tutta la durata della vacanza e non solo a una parte. Bisogna, quindi, poter e saper proporre trasporti accessibili, strutture ricettive accessibili, ma anche proposte e programmi con itinerari accessibili.

L'accessibilità include anche l'affidabilità dell'informazione sulle strutture e sui percorsi per garantire dati certi ed efficaci che consentano a ciascuna persona di valutare autonomamente il livello di rispondenza della struttura alle proprie esigenze.

TORNA ALLE DOMANDE
Il progetto Italia per tutti

"Italia per tutti" - progetto avviato nel 1997 - è un'iniziativa della Direzione Generale per il Turismo del Ministero delle Attività Produttive (già dell'Industria) e ha lo scopo di promuovere e diffondere il turismo accessibile. Per turismo accessibile s'intende quell'insieme di servizi, strutture e infrastrutture che permettono alle persone con esigenze speciali - come i disabili, le persone con problemi di allergie e gli anziani - di godere di una vacanza e del tempo libero senza ostacoli o difficoltà.

Italia per tutti si propone di portare avanti alcuni punti fondamentali:
- migliorare i servizi di accoglienza delle strutture;
- assicurare l'accessibilità della ricettività, del trasporto e della mobilità, della ristorazione e del tempo libero;
- mettere in collegamento fra loro i diversi servizi in modo da renderli realmente utilizzabili, senza discontinuità.

Il progetto "Italia per tutti" si sviluppa attraverso l'impegno delle Istituzioni Regionali e locali, e con la collaborazione degli imprenditori del Settore turistico, con il Terzo Settore, e soprattutto con le persone con esigenze speciali.

TORNA ALLE DOMANDE
Esiste una guida per il turismo accessibile?

Esiste una vera e propria guida sull'accessibilità turistica che contiene una descrizione molto accurata di circa 5000 strutture ricettive (alberghi, pensioni, agriturismo, campeggi) e strutture complementari (ristoranti, bar, stazioni, farmacie, monumenti) di tutta l'Italia. La guida è stata realizzata attraverso un modello capace di fornire alle persone con difficoltà gli elementi per valutare il livello di accessibilità della struttura, rispetto alle proprie specifiche esigenze. La metodologia di rilevamento dei dati (IG-VAE) è stata realizzata dall'ENEA, in collaborazione con specialisti del settore e con la collaborazione delle associazioni legate al mondo della disabilità.
Sul sito di Italia per tutti (www.italiapertutti.org) è possibile consultare le informazioni sulle strutture turistiche in grado di offrire servizi di qualità e senza ostacoli. Il cittadino italiano o il turista straniero, navigando, potranno conoscere quali mezzi di trasporto, treni, navi, aerei, ristoranti, spiagge sono accessibili, in relazione al proprio bisogno.

TORNA ALLE DOMANDE
Numero verde 800 271027

Il servizio - gestito dal CO.IN. - si rivolge alle persone con disabilità e agli operatori turistici fornendo informazione e consulenze sull'accessibilità di strutture alberghiere e ricettive, su itinerari turistici ed eventi culturali, in Italia e all'estero. Il servizio è accessibile con dispositivo DTS per le persone non udenti.

TORNA ALLE DOMANDE
Esistono norme per gli operatori turistici?

Esiste un manuale pensato per gli operatori turistici che ha lo scopo di insegnare a chi lavora nel settore ad accogliere i clienti con "bisogni speciali" (persone con disabilità fisica, sensoriale, psichica o con altre disabilità specifiche). L'obiettivo del volume è di fornire, in relazione a ogni esigenza del cliente, una soluzione che non necessiti di lunghi periodi di formazione. Si tratta, insomma, di una serie di semplici regole che si acquisiscono semplicemente leggendo.

Il manuale è diviso in cinque capitoli. Il primo è dedicato alle norme comportamentali di base e ai principi di buona accoglienza: una sorta di "istruzioni per l'uso" (dal linguaggio corretto da usare, alla gestione dei servizi per ogni disabilità: sensoriale, motoria o psichica). Il secondo capitolo tratta invece delle strutture ricettive: comprende suggerimenti per il personale di alberghi, motel, residenze turistico-alberghiere, campeggi, villaggi turistici, alloggi agro-turistici, esercizi di affittacamere, ostelli per la gioventù, rifugi alpini. Il terzo capitolo riguarda la ristorazione e comprende indicazioni per il personale di ristoranti, paninoteche, caffè, gelaterie, servizi di ristorazione in strutture ricettive. Sono specificate le norme corrette per rendere accessibili stanze, bagni, e i comportamenti giusti per soddisfare le esigenze dei clienti con diverse disabilità.

La balneazione è l'argomento del quarto capitolo: suggerimenti per il personale addetto agli stabilimenti balneari e ai servizi di spiaggia. Regole per i parcheggi, i wc, le docce, le cabine e gli spogliatoi. Il quinto capitolo, infine, parla dei servizi informativi, della cultura e del tempo libero. Comprende indicazioni per il personale addetto a centri di informazione turistica, tour operator, agenzie di viaggio, aree verdi, spazi espositivi, musei, spettacoli e attività sportive.

Il vademecum completo è disponibile sul sito di Italia per tutti, all'indirizzo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


TORNA ALLE DOMANDE
Alcuni dati

Le stime calcolano che, nella sola Unione Europea, i cittadini con "ridotta mobilità" siano fra i 60 e gli 80 milioni. Questo gruppo di persone negli ultimi anni ha sviluppato una maggior sicurezza nel consumare il prodotto viaggio, e rappresenta attualmente un mercato potenziale di rilevante importanza, con un trend di crescita molto consistente, sia sul piano del turismo interno che come mercato produttivo e ricettivo nei confronti dell'estero.

Secondo recenti studi (ITER), condotti all'interno del progetto Italia per Tutti, si possono confermare i dati emersi da una ricerca condotta dalla società inglese Touche-Ross (1993), secondo cui ben 36 milioni di persone con bisogni speciali, in tutta Europa, risultano interessate a viaggiare e a compiere quindi spostamenti verso altre regioni europee. Di queste persone solamente una percentuale minima viaggia o ha viaggiato (17%), mentre il restante 83% non lo fa, proprio perché non trova attrezzature idonee a ospitarli oppure perché non riesce a trovare informazioni utili e dettagliate sulle strutture ricettive che rispondano alle proprie esigenze.

Il Gruppo CO.IN.

Il CO.IN. è costituito da oltre 50 imprese sociali con più di 1.900 occupati, che operano in diversi settori dell'attività economica nella produzione di beni e servizi e che impiegano più del 50% di persone svantaggiate (disabili fisici e psichici, soggetti a rischio di esclusione sociale).
La sua mission è sostenere l'affermazione nel libero mercato dell'impresa sociale, così come definita dalla Legge 381/91, per realizzare occasioni di cittadinanza attiva nei processi di emancipazione delle fasce più deboli della popolazione e per sviluppare le relazioni sociali ed economiche sul territorio.
Per il raggiungimento di questi obiettivi, oltre a svolgere funzioni di promozione e rappresentanza dei propri associati, il CO.IN. gestisce direttamente attività di ricerca e sviluppo nelle aree dell'impiego, del turismo, dell'ambiente e dei servizi di utilità sociale e di informazione, un ufficio stampa (ufficiostampa@coinsociale.it) ed un portale (www.sociale.it) dedicati alla comunicazione sociale.

In particolare, nell'ambito dei servizi diretti all'autonomia della persona disabile, il CO.IN. ha attivando una rete di servizi sulla mobilità e il tempo libero realizzando numerose indagini sull'accessibilità di strutture di pubblica utilità e di interesse turistico.
Dal 1995 si dedica alla realizzazione di banche dati, collaborando alla realizzazione di progetti quali "Italia Per Tutti", il "Sistema Info Point ATAC" ed il manuale "Qualità nell'accoglienza turistica di clienti con bisogni speciali" rivolto agli operatori turistici, promosso dai Dipartimenti del Turismo e degli Affari Sociali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Da settembre 2000 ha attivato un Presidio Regionale (Legge 162/98) finalizzato al miglioramento della mobilità e del turismo delle persone con disabilità, avviando rapporti con le più significative realtà regionali nel campo dell'associazionismo e della cooperazione sociale, diretti a monitorare itinerari e strutture turistiche accessibili, per la realizzazione della rete di Presidi Territoriali.
Il COIN ha elaborato e stampato numerose pubblicazioni su itinerari e strutture turistiche accessibili, tra le quali Roma Accessibile, Giubileo Accessibile, Natura Accessibile, La Città Accessibile, Il Vademecum per il turista con bisogni speciali.

Roma, Via Enrico Giglioli n° 54a
Tel. 0039 06 7129011 (6 linee)
Fax 0039 06 71290179
e-mail
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


TORNA ALLE DOMANDE
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Mar Ott 20, 15:49:21 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Senza barriere

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield