Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

MARZO 5
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Criticamente -> Cambiamo
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Sab Apr 01, 05:34:46  MARZO 5
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 33407
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

CRESCONO FOTOVOLTAICO ED EOLICO
Prosegue il trend positivo delle rinnovabili, fotovoltaico in testa con nuove connessioni che grazie a 25, 7 Megawatt installati, risultano in aumento del 12% rispetto a gennaio 2016.
Si registra un aumento anche nel numero di unità di produzione connesse (+7%).
La maggior parte delle installazioni continua a essere di tipo residenziale (potenza inferiore ai 20 kilowatt).
Le Regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di potenza fotovoltaica sono Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Veneto, Valle d'Aosta e Toscana, mentre quelle con il maggior decremento sono Abruzzo, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, TrentinoAlto Adige e Umbria.
Quelle che hanno registrato il maggior incremento in termini di unità di produzione sono Basilicata, Liguria, Marche, Sicilia, Valle d'Aosta e Veneto, mentre quelle con il maggior decremento sono Abruzzo, Molise e Sardegna.
In netto aumento la potenza dei nuovi impianti eolici installati che con i 37MW circa di gennaio 2017 fa registrare un+944% rispetto allo stesso mese del 2016.
In particolare, si segnala che il contributo è legato a due unità di produzione da oltre 33 MW complessivi connessi in Basilicata in provincia di Potenza.
Si registra un aumento (+38%) anche per le unità di produzione da fonte eolica connesse in rete. Per quanto riguarda la diffusione territoriale, quasi tutta la potenza connessa (98%) è localizzata nelle Regioni del Sud Italia.
Le richieste di connessione di impianti di taglia inferiore ai 60 kW sono il 10% del totale installato a gennaio 2017, mentre gli impianti superiori ai 200 kW costituiscono il 90% del totale. Positivo l'inizio dell'anno anche per l'idroelettrico, in quanto il comparto vede aumentare del 4% la nuova potenza installata (circa 7 MW) rispetto ai valori registrati a gennaio 2016. Il numero di unità di produzione rispetto al primo mese dell'anno precedente, ha subito invece un decremento del 5%.

UN'AUTOSTRADA PER LE BICICLETTE
Si chiama "Ciclovia tirrenica" ed è il sogno a due ruote di Lazio, Liguria e Toscana: una pedalata di oltre mille chilometri, da Ventimiglia fino alle porte di Roma, attraversando Cinque Terre, Versilia e la Costa degli Etruschi.
Un sogno da cento milioni di euro che le tre amministrazioni regionali hanno affidato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Una rete di percorsi costieri a impatto zero in grado di valorizzare il patrimonio naturalistico, paesaggistico e culturale, ma anche intersecarsi con altri itinerari di pregio tra cui le ciclovie europee "Eurovelo 8 Mediterranea" ed "Eurovelo 5 Francigena".
Molte le perle turistiche da includere nei tanti chilometri ciclabili, dalla Riviera dei fiori alle Cinque Terre, dalla Versilia all'Argentario.
Un investimento simile a quello per il "Garda by Bike", anello ciclabile già approvato dal Ministero e che unirebbe Trentino, Lombardia e Veneto.
La forza del progetto è che la dorsale tirrenica, in Europa, è già vista come un unico territorio e che il turista di domani si muoverà sempre di più in bicicletta.
Il progetto punta a rendere questa parte di territorio davvero suggestiva, grazie a una ciclovia che collega due ex Repubbliche Marinare, la costa degli Etruschi ed i borghi delle Cinque Terre, patrimonio dell'Unesco.

OBIETTIVO ALLUMINIO
"Obiettivo Alluminio" giunge alla sua decima edizione e anche quest'anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti, in oltre cinquemila scuole superiori italiane.
Il progetto didattico, è organizzato dal Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell'Alluminio (CIAL), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente.
Una vera e propria borsa di studio poiché consente a dieci ragazzi, ogni anno, di entrar a far parte della giuria del Festival di Giffoni e vivere appieno, un'esperienza formativa unica nel suo genere.
Finalità del progetto: sensibilizzare i ragazzi ai temi della raccolta differenziata e del riciclo dell'alluminio, materiale riciclabile all'infinito e al 100%.
Gli studenti di tutte le scuole superiori italiane coinvolte, possono mettersi alla prova come giovani videomaker, realizzando filmati (di ogni formato e tipo) sul mondo dell'alluminio che li circonda, potendo scegliere per questo non soltanto il linguaggio giornalistico, ma anche cinematografico o musicale, ed anche virale.
Sarà cioè ammessa ogni forma di espressione.
I video presentati alla commissione esaminatrice potranno essere inviati o caricati direttamente sul sito web
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
obiettivoalluminio. it entro il 26 maggio 2017.
I vincitori, dieci in tutto, entreranno a far parte della giuria del Giffoni Film Festival (Giffoni Valle Piana, luglio 2016).
Durante i giorni del Festival, saranno chiamati a costituire la giuria ambiente che assegnerà il Premio CIAL per l'Ambiente (il Grifone realizzato in alluminio riciclato) scegliendo la pellicola che meglio rappresenta le tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile.
Inoltre, armati di videocamera saranno i reporter ambientali del Consorzio che, durante i giorni della manifestazione, dovranno riprendere i momenti salienti delle giornate giffonesi.

CARABINIERI E LIPU TUTELANO LEGALITA'
Un protocollo di collaborazione per la difesa della biodiversità e la promozione della cultura della legalità ambientale è stato siglato tra l'Arma dei carabinieri e la Lega Italiana Protezione Uccelli (LIPU).
Scopo dell'accordo è quello di promuovere la salvaguardia del territorio e la cultura della legalità ambientale: obiettivi fondamentali delle missioni dell'Arma e della Lega.
Le aree prevalenti di collaborazione, riguarderanno la promozione d'iniziative volte alla prevenzione e al contrasto dell'illegalità nei settori della lotta al bracconaggio, della salvaguardia della fauna selvatica e della tutela del patrimonio forestale e della biodiversità; cooperazione per il potenziamento dell'attività di soccorso tra i Centri recupero fauna selvatica della LIPU e i reparti dell'Arma nel corso di attività di servizio.
E' ancora raccolta ed elaborazione di dati in ordine alle violazioni nei confronti della fauna selvatica; realizzazione di progetti, studi, ricerche e analisi sui temi della tutela della fauna e dell'ambiente; specifiche iniziative per la diffusione, anche in favore dei giovani, della cultura della tutela del patrimonio ambientale nazionale e della biodiversità; attività formative in favore del personale.
L'Arma dei carabinieri, per la realizzazione delle finalità dell'accordo, coinvolgerà le proprie articolazioni territoriali e i reparti speciali in special modo il neo-costituito Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare che opereranno in sinergia con gli organi centrali e i centri di recupero della LIPU.
"PREPAIR" CONTRO LO SMOG
Mettere in campo strategie e azioni concrete per educare, informare e formare la popolazione alla lotta allo smog; e soprattutto farlo insieme, perché solo insieme si può raggiungere l'obiettivo.
A questo punta il progetto europeo "Prepair" che coinvolge tutte le Regioni del Bacino padano: Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Provincia di Trento e le Agenzie regionali protezione dell'ambiente di Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Valle d'Aosta.
Sarà proprio l'Emilia-Romagna a coordinare il programma, che può contare su diciassette milioni di euro, dieci dei quali messi a disposizione dall'Europa. Trasporto di merci e passeggeri, efficienza energetica, combustione di biomasse per uso domestico e agricoltura: sono i campi di intervento individuati per sperimentare azioni di miglioramento della qualità dell'aria.
La finalità del progetto, che avrà durata settennale e si concluderà quindi nel 2024, è quella di promuovere stili di vita, di produzione e di consumo più sostenibili, cioè capaci di incidere sulla riduzione delle emissioni; per farlo, il piano individua specifiche azioni di sensibilizzazione e divulgazione rivolte ad operatori pubblici, privati e alle comunità locali.
I partner coinvolti monitoreranno costantemente e valuteranno l'efficacia delle misure realizzate, con uno scambio continuo di dati e informazioni sullo stato della qualità dell'aria. Un'analisi specifica riguarderà il trasporto transfrontaliero di inquinati tra l'Italia e la Slovenia. L'elaborazione di un apposito modello integrato di valutazione costi-benefici, fornirà informazioni utili nell'orientare e aggiornare le politiche attuate.
Specifiche azioni di formazione sono indirizzate ai professionisti del settore per la progettazione, la manutenzione e il controllo degli impianti di produzione di energia a biomassa; altre riguardano il risparmio energetico e sono destinate a enti locali, operatori economici e cittadini. Nel campo dei trasporti, si mira a elaborare strumenti comuni per supportare la mobilità pubblica, elettrica e ciclabile, oltre alla gestione razionale delle merci, anche attraverso l'adozione di azioni pilota.

OCEANI SI SCALDANO VELOCEMENTE
Le temperature degli Oceani sono aumentate il 13% più velocemente del previsto, con il riscaldamento globale che colpisce la grandi masse d'acqua del globo, che segue una tendenza in piena accelerazione. Il tasso di riscaldamento, infatti, è più che raddoppiato tra il 1960 e il 1992, e dagli anni '90 i suoi effetti hanno iniziato a farsi sentire anche a profondità maggiori di 700 metri.
Lo dice uno studio, pubblicato su "Science Advances", che ha proceduto a una revisione dei dati disponibili sulle temperature degli Oceani tra la fine degli anni '50 e il 2015. Sotto scrutinio sono finite le tecniche di rilevazione delle temperature sia a livello pratico (boe, navi), sia per quanto riguarda i modelli di riferimento applicati e le profondità in cui vengono prese le temperature.
Una ricerca che cerca di fare ordine in un ambito di primaria importanza per comprendere l'andamento del clima, visto che il 90% del calore accumulato dalla Terra viene intrappolato dagli Oceani. Dal 2005 le rilevazioni sono effettuate dal sistema Argo 3. 500 boe sparse nei vari Oceani in grado di immergersi e ritornare in superficie in autonomia e inviare i dati via satellite.
Prima di quella data, il riscaldamento degli Oceani era misurato da batitermografi lungo le principali tratte navali, concentrate soprattutto nell'emisfero nord. I dati pre-2005, quindi, sono poco affidabili e non restituiscono una foto completa, lasciando enormi buchi nell'emisfero australe.
Lo sforzo del team di ricercatori è consistito nell'elaborare un modello in grado di riempire quei buchi con un elevato grado di probabilità. Il risultato di questa revisione è che l'aumento delle temperature degli Oceani è stato più rapido di quanto si pensava in precedenza. Un risultato importante, perché conoscere con precisione come l'oceano si è riscaldato e come il calore si è diffuso più in profondità, permette di corroborare teorie e modelli predittivi del clima che si basano sui cambiamenti climatici di origine antropica.

NUOVA RANA DALL'ECUADOR
Scoperta nelle foreste pluviali dell'Ecuador una nuova specie di rana, dai colori particolarmente sgargianti, denominata Rana pluviale ecuadoriana (Pristimantis ecuadorensis). A individuarla un team di ricercatori dell'Università del Colorado e dell'Università di San Francisco de Quito.
La scoperta è avvenuta nel corso di una missione in Sud America, con l'obiettivo di studiare il clima e biodiversità tropicale. La nuova specie di rana, che deve il suo nome alla bellezza particolare e alla diversità cultura e biologica dell'Ecuador, si aggiunge alle 570 specie di rane già censite nel Paese: una lista che tuttavia è ancora in crescita.

FRANCIGENA PATRIMONIO UNESCO
Nel Medioevo era la strada dei pellegrini che dalla Francia scendevano verso sud per recarsi a Roma (anche per proseguire verso la Terrasanta attraverso i porti pugliesi) e di quelli che ascendevano la penisola per raggiungere Santiago di Compostela in Spagna. Ma fu anche un'importante strada per il commercio, strategica per trasportare verso i mercati del nord Europa le merci provenienti dall'Oriente e scambiarli, in genere nelle fiere.
Si tratta della via Francigena, il cui itinerario si appresta a riacquistare la sua centralità donando ai viaggiatori le proprie particolarità storiche, ambientali, naturalistiche e paesaggistiche. Questo in virtù di un accordo tra sette Regioni tra cui l'Emilia-Romagna (con Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Valle d'Aosta) che vogliono candidare la Francigena a patrimonio dell'Unesco.
A questo fine ricorrerà, in qualità di partner, l'Associazione europea delle vie Francigene, organismo riconosciuto dal Consiglio d'Europa che avrà il compito di elaborare uno studio di fattibilità con gli obiettivi di selezionare la tratta da candidare al riconoscimento Unesco, gli interventi prioritari a tutela del tracciato e le fasi operative del progetto: tempi, costi, risultati attesi.

CIAL
Il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio (CIAL) è un consorzio senza fini di lucro, che rappresenta l'impegno assunto dai produttori di alluminio e dai produttori e utilizzatori di imballaggi in alluminio, nella ricerca di soluzioni per ridurre e recuperare gli imballaggi, conciliando le esigenze di mercato con quelle di tutela dell'ambiente.
Il consorzio, che tra i propri compiti ha quello di garantire il recupero degli imballaggi in alluminio post-consumo provenienti dalla differenziata fatta dai comuni, ha permesso in questi anni di raggiungere e superare gli obiettivi previsti dalla normativa europea. A oggi, infatti, i risultati ottenuti in termini di raccolta, riciclo e recupero, sono particolarmente positivi in Italia.
L'alluminio è un elemento comune che costituisce l'8% della crosta terrestre e si presenta in natura sotto forma di minerale: la bauxite. E' un metallo fondamentale dell'era dello sviluppo tecnologico con immense possibilità di impiego nell'industria, nell'edilizia, nell'aerospaziale, nell'elettronica e negli imballaggi. Molti oggetti di uso quotidiano sono realizzati con l'alluminio: confezioni alimentari, bici e auto, aerei e treni, porte, finestre e tetti, orologi, oggetti di design, arredamento.
In questi ultimi anni la raccolta degli imballaggi in alluminio ha raggiunto risultati lusinghieri anche grazie al contributo dei cittadini. In questo contesto il ruolo della scuola risulta fondamentale per sensibilizzare le persone e favorire un'ampia partecipazione e consapevolezza rispetto alle tematiche ambientali. Le opinioni e le proposte che nascono dal lavoro sperimentato in aula sono destinate a varcare i confini della scuola, per diffondersi all'esterno tra le famiglie e gli enti locali.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Apr 01, 05:34:46 Adv
Messaggio
  Adv








Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Cambiamo

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield