Amici...di...

Archivio - CAPO BBC:TV SPAZZATURA GUARDATE L'ITALIA

nuvolotta - Mer Nov 28, 21:53:56
Oggetto: CAPO BBC:TV SPAZZATURA GUARDATE L'ITALIA
L'altro 'Lucio', cantautore nascosto, muore suicida
Si è lanciato dalla finestra del terzo piano della sua abitazione a Mestre, Lucio Quarantotto 55 anni, musicista, cantante e sopratutto autore di testi: aveva scritto "Con te partirò" cantata da Andrea Bocelli. Il suo primo disco esce nel 1982 ed è "Di mattina molto presto" per il quale è premiato dal Club Tenco come migliore opera prima, nel 1984.


Si è lanciato dalla finestra del terzo piano della sua abitazione a Mestre, Lucio Quarantotto 55 anni, musicista, cantante e sopratutto autore di testi: aveva scritto "Con te partirò" cantata da Andrea Bocelli. Sembra che l'artista soffrisse di depressione e già due anni fa era scampato alla morte dopo aver dato alle fiamme il suo letto. Nella memoria restano collaborazioni con Franco Battiato, Giusto Pio e Caterina Caselli. Il suo primo disco esce nel 1982 ed è "Di mattina molto presto" per il quale è premiato dal Club Tenco come migliore opera prima, nel 1984.

Un grande nome 'nascosto'
Lucio Quarantotto, classe 1957, è stato un cantautore e compositore italiano di lungo corso, ma il suo nome, a dispetto della grande stima di cui godeva nell'ambiente musicale, è rimasto prevalentemente nell'ombra, forse anche per la sua ritrosia ad apparire in pubblico e in tv. E' del 1982 il suo esordio con l'album 'Di mattina molto presto' (Conveyor), di cui è autore dei testi e co-autore delle musiche con Piercarlo D'Amato, con il quale vince due anni dopo il Premio Tenco come migliore opera prima. Si mette in luce per 'una voce tagliente e feroce come poche altre in Italia'.

L'album successivo, "Ehi la'" (Conveyor), esce nel 1986. E malgrado il buon successo di critica, entrambi i dischi non riscuotono successo nelle vendite, molto probabilmente sempre per quella stessa reticenza a mettersi in mostra. Tra il 1988 e il 1990 nascono alcune canzoni, commissionate da Franco Battiato per il progetto di un mini LP: "Viaggiando verso Jesolo", "Tripoli", "Pulito" e "Come le onde". Caterina Caselli include "E se questa fosse l'ultima" (cantata anche al concerto del primo maggio) nel suo disco "Amada mia" dello stesso anno.

Alla fine esce l'album "L'ultima nuvola sui cieli d'Italia", a tutt'oggi l'ultimo, presentato al premio Tenco di Sanremo il 25 ottobre 1990. Gli arrangiamenti e la produzione, a cura della Sugar Music di Caterina Caselli, sono di livello superiore ai precedenti e nei ringraziamenti compaiono lo stesso Battiato e Giusto Pio, oltre ai soliti Piercarlo D'Amato e Francesco Sartori. Da quel momento entra nella scuderia della Caselli come autore.

Negli anni successivi diverse sue canzoni vengono rese celebri da artisti italiani e stranieri, tra cui Andrea Bocelli, per il quale ha scritto "Canto della terra" e "Con te partiro'", nella versione inglese Time To Say Goodbye. Filippa Giordano presenta "Amarti si'", di cui è coautore, al Festival di Sanremo del 2002. Duetta con i Marlene Kuntz nel brano "I templi indu'" nel 1997.


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB