Amici...di...

Penne da favola - L’azzurro

nuvolotta - Ven Nov 07, 07:15:41
Oggetto: L’azzurro
L’azzurro
Sogno ad occhi aperti ogni giorno, ogni ora, ogni secondo di questa splendida vita. Mi chiedo spesso chi mi abbia regalato il potere del viaggio. Non trovo mai risposta. Prendo l'autobus, sto per andare a lavoro, ma sento il richiamo del mare, del sole.
di Roberta Garziano

L’azzurro
Sogno ad occhi aperti ogni giorno, ogni ora, ogni secondo di questa splendida vita. Mi chiedo spesso chi mi abbia regalato il potere del viaggio. Non trovo mai risposta. Prendo l'autobus, sto per andare a lavoro, ma sento il richiamo del mare, del sole.

Sono seduta accanto al finestrino e immagino di riuscire a sorpassarlo, di volare in alto e guardare l'autobus attraversare questo pezzo di strada. Dall'alto mi guardo seduta in quella poltrona multicolore a sognare, a scrivere delle storie sulla gente che passa, a meditare sull'affascinante pettinatura della signora con il cappotto bianco.

Volo sempre più in alto fino a perdere di vista l'autobus. Attraverso distese di verde, certa della direzione intrapresa. Il vento mi accarezza la pelle e il sole entra nella mia pelle fino ad incontrare le mie ossa. Chiudo gli occhi e rivedo quell'azzurro, lo respiro finché i pori del mio naso non ne sono completamente intrisi.

Uno strano profumo si mescola a quell'azzurro, un profumo troppo familiare per non riconoscerlo. Apro gli occhi e vedo il mare, il mare senza fine, qualcosa da cui è impossibile distogliere lo sguardo.

Sento il rumore delle onde, guardo il colore della spiaggia a contatto con il mare. Improvvisamente sento che le parole stanno perdendo il loro senso, vengono fuori a gocce, distanti le une dalle altre. Davanti ai miei occhi il mare assume la forma della perfezione, le mie braccia, il mio viso sono arricchiti dal suo odore che si mescola a quello del sole.

L'altra notte sognai il colore. Era un azzurro intenso, un colore che mi rimase incollato agli occhi. Decisi di viverlo, di penetrarlo, di sentirlo mio. Fu la sensazione più bella della mia vita. Ne uscii indenne, ma ancora oggi scorgo delle tracce di azzurro, ovunque, nelle braccia della gente, negli occhi, nelle strade. Guardo quelle macchie e mi ci perdo dentro. Spesso la gente non capisce e mi chiede se sto bene. Io non rispondo, sono ancora persa dentro quella chiazza, è qualcosa da cui non riesco a sottrarmi.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB