Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Quanto è difficile fare il Ministro dell’Ambiente
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Criticamente -> Cambiamo
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Sab Set 12, 01:51:28  Quanto è difficile fare il Ministro dell’Ambiente
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37815
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Quanto è difficile
fare il Ministro dell’Ambiente

Sarebbe interessante sapere quali sono le strategie del Ministero dell’Ambiente italiano in questa congiuntura economica difficile e in un contesto internazionale in cui si comincia a parlare di green economy con sempre maggior insistenza. Invece i destini ambientali del paese restano ambigui e anche di tattiche se ne vedono poche. In Italia il cemento e l’asfalto mangiano 250.000 ettari di territorio ogni anno, mentre il fuoco ne distrugge circa 50.000. Il resto è preda delle automobili e dei camion (36 milioni di autoveicoli, un record europeo, in proporzione), dell’inquinamento da traffico e di aree metropolitane da incubo. Negli ultimi 15 anni circa tre milioni di ettari, un tempo agricoli, sono stati asfaltati e/o cementificati, producendo inoltre migliaia di capannoni vuoti e 25 milioni di vani sfitti: suolo sottratto all’agricoltura, terreno che ha cessato di produrre vera ricchezza. La cementificazione riscalda il clima, pone problemi alle falde idriche e non reca più alcun beneficio economico. Questa è la monetizzazione del territorio, cioè la svendita di un patrimonio collettivo ed esauribile (il suolo) per finanziare i servizi pubblici ai cittadini. Così i centri storici si svuotano e dove prima esistevano paesi, comuni, identità municipali, oggi si trovano immense periferie urbane, quartieri dormitorio e senza anima: una “conurbazione” ormai inarrestabile per molte aree del paese (per esempio la “città diffusa” padana).
A tutto questo si aggiunge una corsa insensata alle grandi opere inutili, come il ponte sullo stretto di Messina, che paleseranno il loro danno solo dopo la costruzione, quando sarà troppo tardi per porre rimedio. Queste opere saranno pagate dai contribuenti e non dai privati, come spesso si lascia intendere: nel caso del ponte infatti non si riesce a capire come si possano prevedere 100.000 veicoli/giorno quando oggi se ne vedono solo 18.000. E come non possa essere in perdita, visto che tutti i collegamenti di questo tipo lo sono, dal Golden Gate Bridge (che perde oltre 30 milioni di dollari all’anno) all’Eurotunnel sotto La Manica. Se non bastasse, l’Italia torna a costruire nuove centrali nucleari senza nemmeno sapere dove mettere le scorie delle vecchie e avendo molti dubbi su dove impiantarle, visti i rischi naturali del nostro territorio. Non abbiamo dunque difficoltà a concedere che è difficile fare il Ministro per l’Ambiente in un paese così devastato, con un’opinione pubblica quando va bene disattenta e una classe dirigente inetta. Rimarrebbero le aree tutelate a mare e a terra: circa il 10% del territorio e 26 aree marine protette, baluardi che hanno resistito incredibilmente agli assalti speculativi. Ciononostante si riducono i fondi e si paventa addirittura di affidarle a privati. E’ un lavoro duro fare il Ministro per l’Ambiente in Italia, lo sappiamo, ma qualcuno dovrà pur farlo, no?

Un pianeta da difendere
di Mario Tozzi
primo ricercatore Cnr - Igag
e conduttore televisivo
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Set 12, 01:51:28 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Cambiamo

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield