Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

RISCHIO SISMICO
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Help Zone
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Lun Giu 19, 14:08:50  RISCHIO SISMICO
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 56
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 34144
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

RISCHIO SISMICO

Quasi 300 su 3000 terremoti in Italia
(con una magnitudo superiore a 5.5)
hanno avuto effetti distruttivi e addi-
rittura uno ogni dieci anni ha avuto
effetti catastrofici, con un'energia
paragonabile al terremoto dell'Aquila
del 2009. Tutti i comuni italiani pos-
sono subire danni da terremoti, ma i
terremoti più forti si concentrano in
alcune aree ben precise: nell'Italia
Nord-Orientale (Friuli Venezia Giulia e
Veneto), nella Liguria Occidentale,
nell'Appennino Settentrionale (dalla
Garfagnana al Riminese), e soprattutto
lungo tutto l'Appennino Centrale e Me-
ridionale, in Calabria e in Sicilia
Orientale.



L'Italia è un Paese interamente sismico
ma il suo territorio è classificato in
zone a diversa pericolosità.
Chi costruisce o modifica la struttura
della casa è tenuto a rispettare le
norme sismiche della propria zona, per
proteggere la vita di chi ci abita. Per
conoscere la zona sismica in cui vivi e
quali sono le norme da rispettare, ri-
volgiti agli uffici competenti della
tua Regione o del tuo Comune. E' impor-
tante sapere quando e come è stata co-
struita la tua casa, su quale tipo di
terreno, con quali materiali. E soprat-
tutto se è stata successivamente modi-
ficata rispettando le norme sismiche.



Una scossa sismica provoca oscillazio-
ni, più o meno forti, che scuotono in
vario modo gli edifici. Le oscillazioni
più dannose sono quelle orizzontali.

Gli edifici più antichi e quelli non
progettati per resistere al terremoto
possono non sopportare tali oscillazio-
ni, e dunque rappresentare un pericolo
per le persone.

E' il crollo delle case che uccide, non
il terremoto. Oggi, tutti i nuovi edi-
fici devono essere costruiti rispettan-
do le normative sismiche.


Oggi la scienza non è ancora in grado
di prevedere il tempo ed il luogo esat-
ti in cui avverrà il prossimo terremo-
to. L'unica previsione possibile è di
tipo statistico, basata sulla conoscen-
za della sismicità che ha storicamente
interessato il nostro territorio e
quindi sulla ricorrenza dei terremoti.
Sappiamo quali sono le aree del nostro
Paese interessate da una elevata sismi-
cità, per frequenza ed intensità dei
terremoti, e quindi dove è più probabi-
le che si verifichi un evento sismico
di forte intensità, ma non è possibile
stabilire con esattezza il momento in
cui si verificherà.


Dopo un un evento sismico, le prime
informazioni necessarie per le attività
di immediato intervento sono la dimen-
sione, l'estensione e la localizzazione
dei danneggiamenti. Nelle prime ore
successive a un terremoto, è di fonda-
mentale importanza conoscere quanto
prima le dimensioni dell'evento e il
suo impatto sul territorio e sulla po-
polazione per poter dimensionare i soc-
corsi e organizzarli adeguatamente. In
caso di terremoto di magnitudo signifi-
cativa, l'Istituto Nazionale di Geofi-
sica e Vulcanologia trasmette al Dipar-
timento della Protezione Civile i para-
metri focali (magnitudo e coordinate)
dell'evento.

In caso di sisma viene immediatamente
attivata una procedura automatica per
la generazione di un rapporto che viene
messo a disposizione della Protezione
Civile entro 10 minuti dall'evento.
Il rapporto contiene dati, mappe e in-
formazioni relativi a tutti i comuni in
un raggio di 100 km intorno all'epicen-
tro e in particolare: descrizione del
territorio (aspetti antropici, caratte-
ristiche degli edifici e infrastruttu-
re), pericolosità, vulnerabilità (pa-
trimonio edilizio,scuole,ospedali,rete
stradale e ferroviaria),esposizione,
valutazione preliminare dei danni e
delle perdite.


RISCHIO SISMICO

Il territorio italiano è esposto al
rischio sismico, quindi prepararsi ad
affrontare il terremoto è fondamentale.

La sicurezza dipende soprattutto dalla
casa in cui abitate. Se è costruita in
modo da resistere al terremoto, non
subirà gravi danni.

E' molto importante seguire alcune
semplici norme di comportamento per
prevenire danni dovuti alla caduta di
oggetti, suppellettili, librerie ecc.
come suggeriamo nelle pagine seguenti.



COSA FARE IN CASA - 1

Operazioni preventive:

- Allontanare mobili pesanti da letti e
divani.

- Fissare alle pareti librerie e mobili
alti.

- Mettere un fermo ai pensili contenen-
ti piatti,bicchieri e tazze per evi-
tare che si aprano durante la scossa.

- Sapere dove sono e come si chiudono i
rubinetti generali di acqua e gas e
l'interruttore della luce.


Operazioni preventive:

- Individuare i punti sicuri della ca-
sa in caso di terremoto: i vani delle
porte, gli angoli delle pareti, sotto
il tavolo o il letto.

- Avere a portata di mano una cassetta
di pronto soccorso, una torcia elet-
trica,una radio a pile e assicurarsi
che tutti sappiano dove sono.

- Informarsi se esiste e cosa prevede
il Piano di Protezione civile del Co-
mune di appartenenza così da sapere
come comportarsi in caso di emergenza



Operazioni preventive:

- Richiedere una consulenza per valuta-
re la solidità dell'edificio ed even-
tualmente metterlo in sicurezza.

Le consulenze devono essere effettuate
da tecnici abilitati. Rivolgersi agli
ordini regionali dei geometri, degli
ingegneri e degli architetti.

sisma2016.gov.it
protezionecivile.gov.it


NUMERI UTILI

800 840 840 PROTEZIONE CIVILE
E' un numero verde gratuito per infor-
mazioni generali, anche dai telefoni
cellulari. In ordinario, il servizio è
in funzione dalle 8.00 alle 20.00 dal
lunedì al sabato. Alla chiusura del
servizio, è sempre attiva la segreteria
telefonica su cui lasciare un messaggio
e i propri recapiti per essere richia-
mati.
In situazione di crisi o di emergenza
il contact center può restare aperto
tutti i giorni con progressive
estensioni orarie fino a h24.
sisma2016.gov.it
protezionecivile.gov.it

NUMERI UTILI

NUMERI VERDE SALE OPERATIVE PROTEZIONE
CIVILE REGIONALE:

ABRUZZO: 800 860 146 - 800 861 016

LAZIO: 803 555 Attivo h24

MARCHE: 840 001 111 Attivo H24

UMBRIA: 0742 630 777

sisma2016.gov.it
protezionecivile.gov.it


NUMERI UTILI

ENEL - SERVIZIO ELETTRICO NAZIONALE

803 500 Attivo h24
Per informazioni e aggiornamenti sullo
stato della rete: è sempre attivo il
call center ed il sito internet
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


320 2041500 Numero SMS

800 900 800
Per sospendere utenza per causa sisma

sisma2016.gov.it
protezionecivile.gov.it

NUMERI UTILI

NUMERI DI SOCCORSO
PER PRIMO INTERVENTO

CARABINIERI: 112 (In alcune regioni
è numero unico per le emergenze)

VIGILI DEL FUOCO: 115

POLIZIA DI STATO: 113

SOCCORSO SANITARIO: 118

COMANDO PER LA TUTELA FORESTALE,
AMBIENTALE E AGROALIMENTARE (Ex Corpo
Forestale): 1515
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Lun Giu 19, 14:08:50 Adv
Messaggio
  Adv









Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Help Zone

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield