Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Velocità di lettura
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Spilli ed appunti -> Profumo di casa
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:49:45  Velocità di lettura
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Velocità di lettura
Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Intensificazione dell'intelligenza/Velocità di lettura
Vai a: navigazione, ricerca

[modifica] Lettura veloce classica

Se non avete mai pensato a come poter aumentare la vostra velocità di lettura, troverete questi suggerimenti molto interessanti. È possibile leggere, probabilmente, a velocità molto più alte senza perdere la comprensione. Il vostro cervello è più veloce rispetto ai vostri occhi. Se siete ancora scettici circa l'aumento della vostra velocità di lettura, dovreste prendere in considerazione i seguenti suggerimenti.; Questa tecnica non dovrebbe essere utilizzata solo per aumentare la velocità di lettura, ma la percentuale di parole lette e capite. Se imparerete a leggere velocemente potrete scegliere di continuare a leggere alla vostra vecchia velocità, ma avrete più tempo per capire il testo, con meno tempo usato per interpretare simboli. E' strano che molte persone dicano di non aver bisogno di leggere più velocemente, ma nessuno voglia in fine leggere più lentamente.

La lettura veloce non è adatta per molti tipi di materiale scritto. Testi complessi, concetti matematici o equazioni per esempio, devono essere letti più volte, lentamente. Materiale che descrive un complesso scenario storico può essere altrettanto complicato e difficilmente può essere capito rapidamente. Tuttavia, quando la velocità di lettura è bassa o le informazioni non sono interessanti, la mente tende a distrarsi.

La velocità di lettura delle poesie non migliorerà l'apprezzamento di esse, in parte perché con una lettura troppo rapida si perde gran parte di sfumatura della metrica poetica. Lo stesso accade anche se si tenta di recitare la poesia a 700ppm (parole per minuto).La lettura veloce tende ad essere una tecnica utile per materiale di facile lettura, ad esempio romanzi, riviste o giornali. La migliore idea, è quella di aumentare la velocità di lettura lentamente in modo da comprendere bene ciò che si sta leggendo. Ricordate di farlo a una velocità appropriata per l'apprezzamento e la corretta comprensione di ciò che si legge. Leggendo troppo velocemente, dandosi solo obbiettivi di velocità, renderà il lavoro vano, si cadrà nell'errore di incomprensione ed il mal apprezzamento delle poesie come per formule matematiche e tutto ciò' che necessita pazienza per la comprensione.

Per aumentare la vostra velocità di lettura, potrete esercitarvi facendo questo:

1. Mai pronunciare le parole. La bocca deve essere assolutamente ferma.
2. Non spostate la testa. Se si tenta di leggere ad una velocità mozzafiato il giorno successivo avrete un inutile torcicollo. Usate i vostri occhi e ricordate...sono più veloci del collo.
3. Pratica, non permettete che i vostri occhi rileggano le stesse parole. Questo è estremamente importante. Leggete il testo e noterete come i vostri occhi tendono a guardare in dietro, rileggendo ripetutamente alcune parole . All'inizio ci vorrà un sacco di tempo e concentrazione per leggere fluidamente un testo. Gli occhi leggeranno un pò di parole, poi altre ed altre ancora e cosi via. Tuttavia, non scoraggiatevi! Dovete riconoscere che alcuni testi, semplicemente, richiedono più di una lettura e dovrete rileggere, e rileggere ancora per il necessario; vedrete che la comprensione del testo andrà a buon fine. Se non avete capito qualcosa che avete appena letto, rileggetelo ancora (e ancora e ancora se necessario) prima di passare oltre. Testi ben scritti ripagano la vostra scrupolosa attenzione; ma (ovviamente) romanzi semplici o simili possono essere letti con la tecnica di lettura veloce senza alcuna problema. Ricordate che gli obiettivi della lettura veloce (e sicuramente in ogni tipo di lettura) è la comprensione, non la velocità.
4. Alla fine di ogni riga, gli occhi dovranno muoversi diagonalmente (la via più corta) per la riga seguente.
5. Non potete leggere se i vostri occhi si muovono. Quando leggete, i vostri occhi dovrebbero recepire un paio di parole, quindi lo sguardo andrà avanti per le prossime due parole. Quando state effettivamente leggendo, gli occhi non sono in movimento. Al fine di leggere il più rapidamente possibile, leggete quante più parole possibili in ogni occhiata. Normalmente si leggono solo due parole alla volta, ma le recenti ricerche sulla lettura dimostrano che è possibile leggere un maggior numero di parole in una sola volta. Quindi continuate ad allenarvi.
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:49:45 Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:50:11  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Capire le informazioni
Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Intensificazione dell'intelligenza/Capire le informazioni
Vai a: navigazione, ricerca

[modifica] Vocabolario

Impara a conoscere le parole di cui non sai il significato.

Si sa che è più facile, imparare qualcosa che si vuole imparare. E quando vogliamo imparare? Un esempio, è quando dobbiamo imparare per riuscire a risolvere un problema concreto. Questo ci porta al concetto di disponibilità dell'informazione. Se hai accesso all'informazione quando ne hai bisogno, imparerai di più. Altro esempio: se hai bisogno di capire il significato di una parola, e hai un pc palmare con un dizionario, probabilmente gli darai un'occhiata. Se non hai a disposizione nessun dizionario, e poi finisce la necessità di sapere quella parola, poi non ne conoscerai mai il significato.

Impariamo anche quando siamo curiosi. Se puoi accedere alle informazioni di cui hai bisogno, magari usando di nuovo un palmare, puoi imparare mentre hai ancora la curiosità. Più tardi, durante la giornata, potresti invece sentire che altre cose hanno la priorità.

[modifica] Metafore

In accordo con alcuni scienziati cognitivi, come George Lakoff, la maggior parte dei concetti astratti sono fondati su delle metafore. Ad esempio, molti popoli delle più diverse culture usano la metafora "il prezzo è salito" (o frasi del genere), indipendentemente dalla loro lingua madre. Sullo stesso concetto si fonda anche il piano cartesiano , dove la quantità viene rappresentata come distanza.

Sull'esempio precedente: alcune quantità tendono a "salire" con difficoltà, ma "scendono" facilmente, o viceversa. In questi casi, la tua comprensione intuitiva della forza di gravità può essere aggiunta alla metafora,se immagini che alcune quantità fluttuano e altre cadono.

Alcuni insegnanti sono consapevoli del ruolo che hanno le metafore nell'apprendimento, ma in molti corsi, le metafore dietro ai concetti vengono presentate in maniera piuttosto vaga. Cercarle, le metafore, e testare accuratamente i loro limiti nel descrivere le situazioni a cui corrispondono, può essere molto utile.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:50:47  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Visualizzazione

Hai mai visto o sentito di una persona con una super memoria? Che ricorda perfettamente la disposizione delle carte di un mazzo? E dopo averlo fatto,forse avrà anche affermato di avere una memoria fotografica;ma probabilmente non è così. Più realisticamente, ha usato delle semplici tecniche che chiunque può padroneggiare, con un po' di pratica (diciamo, 100 ore) . Dopo un'ora e mezza di pratica, si potrebbero già apprezzare i primi risultati.

La teoria di base è che il nostro cervello associa tutto ciò che impariamo con ciò che già conosciamo. Usando le tecniche mnemoniche qui di seguito, facciamo consapevolmente queste associazioni (oltre a quelle fatte inconsapevolmente). L'altro punto importante su cui si basano queste tecniche, è che il cervello ricorda meglio le cose strane che le cose di tutti i giorni.

[modifica] Ricordare una lista di oggetti

[modifica] Metodo dei collegamenti

Questa è una tecnica utilizzata per ricordare tutte le carte contenute in un mazzo. Per ricordare una lista come "mela, pesce, signora, stella..." si fa come segue: Immagina una mela. Ora devi collegare in maniera bizzarra questa "mela" con "pesce", usando la tua immaginazione. Visualizza (ad esempio) un mucchio di alberi di mele, con dei pesci al posto delle mele. Fallo, diciamo, per cinque secondi. In seguito, quando avrai fatto pratica, basterà un secondo o anche meno. Ok. Adesso è la volta di collegare "pesce" con "signora". Visualizza di provare ad avere rapporti con una sirena. Una simile visualizzazione produce sensazioni forti, che aiutano a ricordare. Prossimo oggetto della lista: stella. Visualizza un cielo stellano con delle signore intente a guardarlo. Senti quella sensazione di bellezza che si prova nel guardare le stelle.

Adesso, pensa a una mela. Ti verrà automaticamente da pensare a... "pesce". Quando pensi a un pesce, ti ricorderai di una..."signora"? E la signora cosa ti ricorda? Prova da solo con una lista più lunga. Prima prova con 10 oggetti, dopodiché raddoppia la quantità, e raddoppiala ancora. All'inizio, ci vogliono molte energie per trovare dei buoni collegamenti. Tuttavia, con la pratica, diventa molto più facile.

Quando memorizzi una lista che vuoi sempre ricordare, ad esempio una lista con i nomi di tutti i serpenti pericolosi, una la ripetizione. Scoprirai preso che la visualizzazione dei collegamenti svanirà, e quello che rimarrà sarà la lista memorizzata. Le strane visualizzazione sono necessarie solo all'inizio, e vengono dimenticate lasciando solo ciò che volevi memorizzare.

List of Lists

[modifica] Metodo della forma dei numeri

Questa tecnica serve per memorizzare una lista in cui gli elementi sono disposti in ordine ben preciso, ad esempio, i nomi di una successione di sovrani, o degli elementi di una squadra di calcio dal portiere fino agli attaccanti.

La premessa, è che a ogni numero ha una sua forma, associabile a un oggetto. Esempio,l' 1 ,con la sua forma verticale, può sembrare una candela; e così via :

1. Una candela
2. Un cigno
3. Un paio di occhiali
4. La vela di una barca
5. Una cavalluccio marino
6. Una chiocciola
7. Una bandiera
8. Un pupazzo di neve
9. Un palloncino con il filo attaccato
10. Un cratere

Ovviamente, è possibile associare a ciascun numero anche altri tipi di forma.

Ora prendiamo in considerazione una lista, in cui ogni elemento, in ordine, sia associato a un numero. Esempio: un elenco 10 scrittori.

1. Machiavelli
2. Guicciardini
3. Tasso
4. Goldoni
5. Parini
6. Alfieri
7. Foscolo
8. Manzoni
9. Eco
10. Baricco

Adesso, in una frase bizzarra associamo la forma del numero a cui corrisponde ciascun autore, a un nome che ci ricordi quell'autore! Vediamo:

1. Machiavelli : la CHIAVE che apre la CANDELA.
2. Guicciardini : il GUIZZO di un CIGNO
3. Tasso : un TASSO con gli OCCHIALI
4. Goldoni : una VELA d'ORO (gold).
5. Parini: CAVALLUCCI MARINI
6. Alfieri : una CHIOCCIOLA FIERA
7. Foscolo : una BANDIERA nella FOSCHIA
8. Manzoni : un PUPAZZO DI NEVE che canta CANZONI
9. Eco : un PALLONCINO GRECO, con i colori della bandiera greca
10. Baricco: un CRATERE con dentro un BARACCONE

Come per il metodo dei collegamenti, è necessario che le immagini siano vivide e inconsuete.

[modifica] Ricordare parole straniere

Una tecnica per ricordare parole straniere, o parole che non conosci della tua lingua, consiste nel concretizzare quelle parole nella tua lingua, e dunque collegarle con il loro significato. Esempio: la parola "cavallo", in inglese si dice "horse", che ricorda la parola italiana "morso". Pensa allora a un cavallo che da un morso. Perciò, pensando a un cavallo, verrà automatico pensare a un morso, che richiama la parola inglese "horse".

[modifica] La tecnica dei loci

Dal latino loci, luoghi. Si posizionano le nozioni da ricordare collegandole mentalmente (in modo bizzarro) ad oggetti di un luogo familiare. Per applicare correttamente questa tecnica è opportuno richiamare ala mente dei luoghi che conosciamo molto bene , come potrebbe essere la nostra abitazione, una via che percorriamo tutti i giorni o un qualsiasi altro posto che, non solo ci sia famigliare ma di cui ricordiamo anche i minimi particolari.

I luogi che scegliamo per impiegare questo tipo di tecnica devono avere, possibilmente, molti vani, così da poter collocare in ciascuno, una parte del discorso o dell'informazione che vogliamo ricordare . L'immaginazione in questa tecnica è importante poiché dovremmo richiamare alla mente la via che abbiamo scelto o la casa di cui vogliamo servirci .

Stabilito il luogo, occorre ora individuare nel testo che vogliamo ricordare, le parole chiave. Fatta questa operazione, immaginiamo di posizionare nella prima tappa del nostro tragitto, la prima parola chiave che abbiamo individuato; se invece avessimo scelto di utilizzare le stanze di una casa per memorizzare il discorso, dovremmo suddividere ciascuna stanza in 4 porzioni, corrispondenti a ciascun angolo, in cui andremmo a collocare, virtualmente, la parola chiave.

Per rendere più vivido il ricordo, è buona norma far interagire la parola chiave con gli oggetti che sono collocati nella stanza: così, se devo ricordare la parola "procedura interistituzionale", e la colloco virtualmente nel primo angolo della mia camera in cui si trova la scrivania con il mio pc, posso immaginare di trovare questa parola scritta in caratere Tahoma, grassetto, con colore viola, sullo schermo del mio computer.

Ripetiamo quindi tutte queste operazioni, con tutte le parole chiave che abbiamo individuato nel discorso, spostandoci, da una stanza all'altra nella casa o, da un punto ad un altro della via che abbiamo deciso di percorrere, quando il discorso passa alla trattazione di un argomento differente.

[modifica] La conversione fonetica
Per approfondire vai su Wikipedia, vedi la voce Conversione fonetica.

La conversione fonetica è una tecnica inventata dal matematico tedesco Stanislaus Mink von Wennsshein e divulgata da Leibniz. Permette di memorizzare dei numeri, associando ad ogni cifra un suono particolare. Nel dettaglio:
Num. Suono Lettere Esempio
1 dentale T, D thè, due, atto
2 nasale N, GN neo, anno, gnè
3 mugolante M amo, mio, emme
4 vibrante R ara, re, oro, erre
5 liquido L, GL ali, lui, aglio, li
6 palatale C, G ciao, oggi, ci, gi, agio, gelo, cielo
7 gutturale CH, K, GH occhio, eco, chi, qui, ago, gay, acca
8 labiodentale F, V ufo, uva, via, uffa, avvio
9 labiale P, B boa, ape, oppio, oboe
0 sibilante S, SC, Z sei, esse, zio, ozio, ascia, scia

Per convertire una parola in un corrispondente numerico (e viceversa) vanno rispettate alcune regole:

* Le vocali non corrispondono a nessuna cifra, quindi non vanno considerate;
* Le consonanti doppie vanno considerate come un unico suono;
* Bisogna sempre valutare il suono che la lettera produce.

Riportiamo un esempio di casellario numerico dei primi 100 numeri:

1 Tè 2 Noe 3 Amo 4 Re 5 Ali 6 Ciao 7 Ago 8 Uva 9 Boa 10 Tassì 11 Dito 12 Donna 13 Dama 14 Torre 15 Telo 16 Doccia 17 Diga 18 TV 19 Tappo 20 Naso 21 Nido 22 Nonna 23 Gnomo 24 Nero 25 Anello 26 Noci 27 Nicchia 28 Neve 29 Nebbia 30 Mazza 31 Matto 32 Mina 33 Mummia 34 Mare 35 Molla 36 Micio 37 Mago 38 Muffa 39 Miope 40 Rasoio 41 Radio 42 Ragno 43 Ramo 44 Orario 45 Rullo 46 Rocce 47 Rogo 48 Rovo 49 Arpa 50 Lassie 51 Latte 52 Lana 53 Lama 54 Alloro 55 Lola 56 Lacci 57 Lacca 58 Oliva 59 Lippa 60 Gesso 61 Gita 62 Oceano 63 Gemma 64 Cera 65 Cella 66 Cece, Ciccia 67 Cicca 68 Ciuffo 69 Giubba 70 Cassa 71 Gatti 72 Cane 73 Gomma 74 Cuore 75 Gallo 76 Chioccia 77 Cuoco 78 Gufo 79 Coppa 80 Vaso 81 Vite 82 Vino 83 Fiume 84 Faro 85 Foglia 86 Faccia 87 Fico 88 Fava 89 Fiaba 90 Pozzo 91 Petto 92 Piano(forte) 93 Pomo 94 Birra 95 Biglia 96 Bici(cletta) 97 Pacco 98 Baffi, Bava 99 Pipa 100 Discesa

[modifica] Lo schedario alfanumerico

È una complessa elaborazione della conversione fonetica, creata per ricordare elenchi di informazioni strutturate a capitoli o sezioni.

Consiste di fatto nel trasformare il concetto che si vuole memorizzare in una immagine, o una sequenza, o una struttura più complessa, e associarla ad una seconda che le dia un ordinamento. Se ad esempio volessimo memorizzare delle costanti matematiche in ordine potremmo procedere come segue:

1. Trasformare i numeri delle costanti in parole (meglio se concrete). Ad esempio il pi-greco (3,1415) potrebbe essere tradotto come "amo"+"trottola".
2. Inserire ogni "immagine" così ottenuta in uno schedario mentale (come indicato sopra). Così alla posizione numero 1 ("tè") ci sarà associato un amo+trottola.
3. Costruire nella propria mente il collegamento: Mentre bevo il tè ci trovo dentro un amo seguendo il cui filo trovo una trottola.

Per rendere la tecnica efficace è fondamentale che il collegamento mentale sia creato seguendo tre criteri che si possono riassumere nell'acrostico P.A.V.: Paradosso,Azione, Vivido. Quindi dovremo immaginare una sequenza in movimento (azione) in cui succedono cose paradossali (paradosso) e che siano per noi vivide (vivide). L'esempio precedente allora potrebbe essere meglio associato come segue: Mentre bevo il tè (caldo, dolce, fruttato), sento un forte dolore al labbro che inizia a sanguinare e mi accorgo che ho un amo incastratoci dentro (fa male, sangue nel tè). Sento l'amo che tira, infatti è legato a un filo, e per liberarmi seguo il filo e infondo trovo una trottola (vorticante, colorata, enorme, che salta e mi colpisce). Un'immagine così cotruita e molto più facilmente ricordabile proprio perché ci colpisce.

È possibile memorizzare qualsiasi cosa, non solo le traduzioni fonetiche dei numeri, a patto di trovare prima una immagine che rappresenti ciò che ci interessa. Con le parole più complesse si ricorre alla suddivisione: "filosofia" diventa ad esempio "filo" (un amico detto Filo o l'oggetto) e "Sofia" (una amica o anche la città). Per la memorizzazione di frasi più ampie ricorrete all'utilizzo di parole chiave dato che non serve a niente momerizzare tutto! Fra l'altro l'esercizio stesso della costruzione del collegamente è molto più efficace di qualsiasi altra memorizzione auditiva.

Estensioni della tecnica:

* Crearsi due diversi schedari mentali: uno per le informazioni a lungo termine (ad esempio "neo" "uomo" "oro"...) e uno per quelle a breve ("tè" "noè" "amo" "re"...).
* Utilizzare i moltiplicatori di schede: se all'immagine associo anche un colore sarò in grado di associare ad ogni scheda più oggetti di colori diversi ottenendo di fatto più schede.

[modifica] Norme generali

Delle ricerche suggeriscono che il miglior modo per tenere allenata la propria memoria quando si invecchia, è di usarla spesso (leggere libri, conversare sulla politica, etc.),e seguire una dieta bilanciata, e possibilmente incrementandone il contenuto di acidi grassi omega-3 .

[modifica] Collegamenti
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:51:21  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:51:39  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Ripasso
Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Intensificazione dell'intelligenza/Ripasso
Vai a: navigazione, ricerca

[modifica] Perché il ripasso?

Se vuoi ottimizzare il tempo che impieghi nello studio, il ripasso è importante. Se ripassi, dici al tuo cervello che quello che ripassi è importante, ricorda.

[modifica] Ottimizzare il ripasso

Il ripasso dovrebbe essere fatto a certi intervalli di tempo. Certamente è meglio se sperimenti qual è il tuo intervallo di tempo ottimale, ma una linea guida generale è questa: Dopo circa un'ora di studio, attendi dieci minuti. Durante questi dieci minuti il cervello organizza le nuove informazioni. Dunque dovrai brevemente ripetere le informazioni per circa cinque minuti. Il prossimo ripasso dovrebbe essere fatto dopo circa un'ora. Quindi, ripeti ancora il giorno dopo, per il tempo che senti necessario. Prova ancora dopo una settimana, e ancora dopo un mese. È probabile che da allora, l'informazione sia entrata nella tua memoria a lungo termine.

Da notare che queste sono sono delle linee guida generali, che possono variare in mase alla natura della materia che studi, del tuo metodo di studio, etc. Sperimenta!
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:51:57  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Il metodo scientifico
Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Intensificazione dell'intelligenza/Il metodo scientifico
Vai a: navigazione, ricerca
Indice
[nascondi]

* 1 Elementi del metodo scientifico
o 1.1 Osservazione
o 1.2 Ipotesi
o 1.3 Previsioni dalle ipotesi
o 1.4 Verifica

[modifica] Elementi del metodo scientifico

Il metodo scientifico è composto da questi quattro passaggi:

1. Osservazione
2. Ipotesi (Una spiegazione teorica e ipotetica di ciò che si è osservato)
3. Previsione (deduzioni logiche in conseguenza delle ipotesi)
4. Verifica (Un test che verifica la correttezza o meno delle ipotesi e delle previsioni)

Questo metodo è anche chiamato metodo ipotetico-deduttivo. Ogni passaggio è sottoposto al controllo di tutti gli altri, per ridurre la presenza di errori.

[modifica] Osservazione

Il metodo scientifico dipende anche da quanto è stata accurata l'osservazione del fenomeno che vuole descrivere,e può richiedere scrupolose misurazioni e conteggi.

La sistematica, e accurata misurazione delle quantità rilevanti coinvolte nel fenomeno, fanno spesso la differenza tra le pseudo-scienze e le scienze. Le misurazioni scientifiche in genere vengono tabulate, sistemate in grafici, e analizzate statisticamente. Le misurazioni possono essere fatte in un ambiente controllato, come un laboratorio, o fatte su oggetti più o meno inaccessibili o incontrollabili, come le stelle. Spesso richiedono strumentazioni scientifiche più o meno sofisticate, come termometri o miscroscopi, e buona parte del progresso di un campo scientifico è legato alla loro invenzione e al loro sviluppo.

Le misurazioni richiedono l'uso di "unità di misura. Esempio: vogliamo misurare la lunghezza di una stanza, ma non abbiamo un metro in casa. Allora, cominciamo a fare dei passi di uguale lunguezza fino a coprire tutta la lunghezza della stanza. Mettiamo che la stanza misuri, diciamo, 8 passi. Abbiamo preso un nostro "passo" come unità di misura della stanza. Questa unità di misura potrà anche valere per noi, ma non è utilizzabile a livello scientifico. Per questo, la scienza usa delle unità di misura dettagliatamente descritte. Esempio,l'unità di misura della lunghezza utilizzata scientificamente, il metro, viene definito come "la distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un intervallo di tempo pari a 1/299 792 458 di secondo". Altre unità di misura si basano sul confronto con un particolare "artefatto", come il chilogrammo, che corrisponde "alla massa di un particolare cilindro di altezza e diametro pari a 0,039 m di una lega di platino-iridio depositato presso l'Ufficio internazionale dei pesi e delle misure a Sèvres, in Francia".

La definzione scientifica di un termine a volte è diversa da quella usata nel linguaggio corrente. Per esempio, massa e peso sono spesso usati come sinomini, ma hanno significati distinti in fisica.

Ogni misurazione scientifica è soggetta a piccoli errori, che sono tanto più piccoli quanto più accurata è la misurazione e quanto più sono sensibili e ben calibrati gli strumenti. Questi errori sono spesso stimati facendo ripetute misurazioni di una certa quantità. Gli errori possono essere calcolati anche considerando le limitazioni di un certo metodo di misurazione.

[modifica] Ipotesi

Un'ipotesi consiste nel tentativo di spiegare la natura di un certo fenomeno, subito dopo la sua osservazione.

Gli scienziati usano qualunque cosa a loro disposizione - la loro creatività, idee da altri settori della scienza, il metodo induttivo, l' abduzione - per cercare di dare delle possibili spiegazioni all'oggetto dei loro studi. La storia della scienza è piena di aneddoti di scienziati presi da un "lampo d'ispirazione", che li hanno portati a cercare le prove per confermare le loro ipotesi. Micheal Polanyi ha fatto di questo tipo di creatività il punto centrale della sua discussione sulla metodologia.

[modifica] Previsioni dalle ipotesi

Una ipotesi fondata può portare a delle previsioni, attraverso un ragionamento deduttivo, che può essere confermato da un esperimento. Se i risultati contraddicono la previsione, l'ipotesi da cui è scaturita è sbagliata o incompleta, e può essere scartata o riveduta. Se il risultato è quello aspettato, allora l'ipotesi può essere corretta, ma richiede ancora altri accertamenti.
La previsione di Einstein (1907): la luce si piega in un campo gravitazionale
La previsione di Einstein (1907): la luce si piega in un campo gravitazionale

La teoria di Einstein sulla relatività generale fa diverse previsioni scpefiche sulla struttura osservabile dello spazio-tempo, come quella che la luce si curva in un campo gravitazionale, e che la misura in cui si curva dipende in maniera precisa dalla forza di quel campo gravitazione. Le osservazioni di Arthur Eddington fatte durante l'eclissi solare del 1919, confermarono la teoria della Relavitià Generale piuttosto che quella della gravitazione Newtoniania.

[modifica] Verifica

Una volta che una previsione è stata fatta, un esperimento viene progettato per metterla alla prova. L'esperimento può sia confermare che smentire l'ipotesi che si sta vagliando. Tuttavia l'esperimento non è una necessità assoluta. Nel campi della scienza basati sull'osservazione, gli esperimenti devono essere progettati in maniera differenti rispetto a quelli "classici", svolti in laboratorio.

Gli scienziati assumono un atteggiamento di apertura nei confronti tutti quelli che conduncono un'esperimento. Un resoconto dettagliato è essenziale, per registrare e riportare i risultati sperimentali, e dimostrare l'attendibilità e l'affidabilità della procedura utilizzata.

Una volta che l'esperimento è completo, i ricercatori determinano se i risultati ottenuti corrispondono o meno a ciò che era stato previsto. Se le ipotesi/previsioni non combaciano con le conclusioni sperimentali, si ritorna a rivedere le ipotesi e a re-iterare il procedimento. Se invece l'esperimento "riesce" - ad esempio, concorda con le ipotesi - , allora le sue modalità vengono pubblicate, in modo che gli altri (in teoria) possano riprodurre gli stessi risultati sperimentali.
_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: Sab Ago 02, 02:52:43  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  nuvolotta

Site Admin


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 58
Registrato: 01/12/05 18:04
Messaggi: 37856
nuvolotta is offline 




Sito web: http://www.nuvolotta.a...


NULL

Intensificazione dell'intelligenza
Brain Training
Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Intensificazione dell'intelligenza/Brain Training
Vai a: navigazione, ricerca

[modifica] Brain Training

Il Brain Training (letteralmente "allenamento del cervello") consiste in una serie di puzzle (come il sudoku) e prove di vario tipo, che secondo alcune ricerche consentirebbero di sviluppare e mantenere in buona salute varie aree del cervello. Il più famoso esempio di Brain Training è quello proposto dal videogioco Dr. Kawashima's Brain Training , sviluppato da Nintendo per la console portatile Nintendo Ds. Sul Brain Training esistono anche riviste facilmente reperibili in edicola, come Brain Trainer, o altre riviste di enigmistica.

Secondo recenti ricerche, ci sono degli elementi che contuibuiscono a migliorare le prestazioni cerebrali:

* esercizi di training mentale

* il gioco (come anche giochi di strategia,puzzle di vario tipo,etc.), che aumenta l'efficacia del training tramite la stimolazione la gratificazione

* altri elementi, come l'esercizio fisico (che previene le malattie cerebrovascolari), la vita sociale, la musica.


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Una morbida nuvolotta.... di zucchero filato alla fragola e limone
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Profumo di casa

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi segnalare post ai moderatori in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Agire


Amici...di... topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield